mercoledì 30 settembre 2015

CAMPANIA FELIX. Coach Zurolo: «Crescita qualitativa per il movimento»

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 01/10/2015

GIOVANILI. L’head coach della rappresentativa al Campania Felix soddisfatto delle performance
Coach Zurolo: «Crescita qualitativa per il movimento»

CASERTA. Nello scorso weekend si è disputato tra il PalaVignola di Caserta ed il PalaIlario di San Nicola la Strada il 1° Torneo Campania Felix, kermesse riservata a rappresentative regionali di atleti classe 2002. Per la Campania è arrivato un buon secondo posto, perdendo nella finalissima contro il Lazio. Soddisfazione per il risultato e le prestazioni dello staff campano, dal direttore tecnico Alfredo Lamberti all’head coach Giuseppe Zurolo.
Secondo posto al Campania Felix, obiettivo centrato?
«L’obiettivo principale era quello di iniziare a dare un'identità alla squadra rappresentativa della regione Campania - ha esordito coach Giuseppe Zurolo - che si preparerà in questi mesi al Trofeo delle Regioni e, attraverso gli allenamenti ed altri tornei di preparazione, dare la possibilità ai ragazzi di avere confronti diversi dal solito, più impegnativi e stimolanti. L'obiettivo è centrato comunque proprio per questi motivi esposti, per quel che riguarda le partite direi molto bene sia con Puglia ed Umbria ma anche contro il Lazio, dove siamo stati in vantaggio per tre periodi e mezzo, salvo poi calare un pò fisicamente alla distanza».
Al di là del risultato, quali sono state le sensazioni?
«Sensazioni positivissime e condivise con tutto lo staff, dal referente territoriale Lamberti agli assistenti Ciccarelli, Minervini, Mirra e Di Matteo. Tutti i ragazzi selezionati - ha continuato l’head coach della rappresentativa - hanno avuto una grande disponibilità al lavoro proposto, mostrando un'ottima comprensione del gioco e grande mentalità di allenamento, merito loro e soprattutto dei loro coach che li seguono tutto l'anno all'interno delle loro società. Abbiamo svolto ancora pochi allenamenti insieme ma siamo fiduciosi per il percorso che ci attende».
Volendo guardare al futuro, come reputa questi giovani talenti campani?
«Ho avuto modo di seguire da qualche anno il lavoro di monitoraggio dello staff tecnico regionale e devo dire che l'andamento delle varie annate è in netta crescita qualitativa - ha affermato il tecnico campano -, con molti più ragazzi interessanti e rappresentative regionali sempre più competitive. Questo vuol dire che il movimento è in continua crescita grazie al buonsenso delle tante società che investono nel settore giovanile e al grande lavoro di coinvolgimento di Alfredo Lamberti. Il nostro compito di monitoraggio e selezione è quindi più difficile, ma che ben vengano questi “problemi”».
Che esperienza è stata per lei?
«L’esperienza per me è stata molto stimolante soprattutto per l'occasione di scambio di idee, spunti di riflessione e confronto che può avere un allenatore con tanti altri colleghi anche di diverse regioni. Sono molto contento - ha proseguito coach Zurolo - di questa possibilità e ringrazio chi mi ha affidato l'incarico. Anche se alla fine noi siamo solo una guida di supporto momentaneo, il lavoro con i due gruppi selezionati di circa 20 ragazzi classe 2002 ciascuno continuerà con allenamenti a cadenza quindicinale, di conseguenza la parte importante della formazione di questi ragazzi continuerà naturalmente ad essere all'interno delle proprie società, dove - ha concluso l’allenatore napoletano - noi speriamo che tornino arricchiti da queste esperienze».
Giovanni Bocciero

martedì 29 settembre 2015

Al via il campionato Under 18 Eccellenza della Pall. San Michele

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 29/09/2015

Al via il campionato Under 18 Eccellenza della Pall. San Michele

La formazione Under 18 Eccellenza della Pallacanestro San Michele Maddaloni è pronta all'esordio in campionato che avverrà domani, mercoledì 30 settembre alle ore 18:50, presso il Polifunzionale Cascella di viale Adriano contro il ViviBasket Napoli. La formula del campionato prevede un girone unico composto da dieci formazioni, al termine del quale le squadre meglio classificate si qualificano alla Fase Interregionale. Il numero preciso delle formazioni che avranno accesso alla seconda fase saranno comunicate a tempo debito con circolare del Settore Giovanile della FIP. Le squadre invece non ammesse alla Fase Interregionale disputeranno una seconda fase unitamente alle squadre partecipanti al campionato Under 18 Elite. I team ai nastri di partenza del torneo Eccellenza sono: Pall. San Michele Maddaloni, Basket Juvecaserta, ViviBasket Napoli, Ass. Pall. Cercola, Virtus Pozzuoli, Polisportiva Battipagliese, Basket Scafati 1969, Scandone Avellino, Virtus Benevento e Nuovo Basket Club Potenza.

Questo di seguito il roster biancazzurro:
#0 Carmine Piacentile 1998 play
#8 Giuseppe Tartaglione 1998 ala
#9 Alessandro Maramaldi 1998 ala
#11 Francesco Famoso 1999 ala
#12 Giuseppe Pascarella 1999 play
#15 Rosario Bocciero 1999 ala
#21 Antonio Cioppa 1999 play
#22 Massimo Brancaccio 1999 guardia
#24 Mattia Nappi 1999 ala
#35 Christian Ciccone 1999 guardia
#40 Giovanni Mandato 1998 pivot
#41 Marco Pagano 1998 play
#42 Davide Lucariello 1998 guardia
#54 Romolo Jr. Cicala 1999 guardia
All. Massimiliano Palmisani
Ass. Ferdinando De Maria


«Questo per noi sarà un campionato complicato - ha dichiarato coach Massimiliano Palmisani - per via del fatto che dovremo giocare contro società prestigiose e che hanno dalla loro l'esperienza di campionati di questo livello. Quest'anno ci siamo posti l'obiettivo di alzare l'asticella e permettere ai nostri ragazzi di confrontarsi con avversari più maturi sia tecnicamente che fisicamente, e che sono inseriti in ottimi sistemi di gioco. Questo campionato sarà difficile ma allo stesso tempo interessante. Diciamo che ipoteticamente partiamo per competere per le posizioni di metà classifica - ha concluso il tecnico biancazzurro - ma assolutamente non partiamo battuti contro nessuno».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

Juvecaserta, iniziato il countdown con l’apprensione Siva

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 29/09/2015

LEGA A. I bianconeri a lavoro per l’esordio in campionato in quel di Masnago contro Varese
Juvecaserta, iniziato il countdown con l’apprensione Siva

CASERTA. Con il Memorial Basciano di Trapani è andato in archivio il precampionato della Juvecaserta, che ha chiuso con un bilancio complessivo di 7 vittorie e 2 sconfitte, arrivate neanche a farla apposta nel primo scrimmage di Ferentino e nell’ultimo di domenica contro l’Orlandina. Le amichevoli hanno denotato una crescita continua dei bianconeri che hanno dovuto anche fare a meno in corso d’opera di alcuni suoi elementi considerati, nello scacchiere casertano, fondamentali.
Da adesso però si deve iniziare a fare sul serio, perché questa è la settimana che porta all’esordio in campionato in quel di Masnago, contro Varese. Non arrivano però notizie positive dall’infermeria di Pezza delle Noci, visto che dopo essere uscito zoppicante nel match contro Trapani, e non aver proprio preso parte alla gara contro l’Orlandina, Peyton Siva si è sottoposto ai rituali esami di controllo appena ritornato all’ombra della Reggia. La diagnosi comunicata dal club di patron Raffaele Iavazzi parla di una elongazione del bicipite femorale della coscia destra, e l’ex Louisville sarà costretto a rimanere a riposo almeno sino a venerdì. Questo vuol dire che praticamente questa settimana non calcherà il parquet in vista dell’esordio in campionato, ed ovviamente c’è apprensione perché con Siva in campo è tutta un’altra Juvecaserta. Leader maximo e fin qui vero e proprio trascinatore della squadra di coach Sandro Dell’Agnello, non poterlo avere alla prima di campionato sarà sicuramente un handicap. Le sue condizioni saranno comunque rivalutate, e si spera in un recupero lampo.
Sicuramente si può sorridere in casa bianconera per il recupero di Micah Downs, che nella due giorni trapanese ha dimostrato che certamente non è ancora al top, ma è sicuramente un valore aggiunto non da poco. Per il momento ci prendiamo tutto quello di buono che ha messo sul parquet, e si spera che il suo apporto man mano che ritrovi una buona forma fisica aumenti gradevolmente. Il countdown è iniziato, adesso non resta che lavorare sodo. E attendere per Siva.

domenica 27 settembre 2015

Maddaloni è dottor Jekyll e mister Hyde, sconfitta a Cassino

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 27/09/2015


Maddaloni è dottor Jekyll e mister Hyde, sconfitta a Cassino

Virtus Cassino- Pall. San Michele Maddaloni 84-51
Parziali: 20-15; 37-28; 58-39.
Cassino: Grilli 12, Castelluccia 12, Ausiello 2, Chiacig 10, Ianes 13, Carrizo 14, Lovatti 11, Dri 10, Del Brocco n.e., Cerniz, All. Vettese, Ass. Mastrangelo.
Maddaloni: Ragnino 2, Piscitelli, Caceres 11, Nappi n.e., Marini 6, Garofalo 8, Rusciano 11, Chiavazzo 7, Pascarella n.e., Florio 6, All. Monda, Ass. Palmisani, Ass. De Maria.
Arbitri: Andrea Bernassola di Palestrina (RM) e Gianluca Cassiano di Fiumicino (RM).
Note: uscito per 5 falli Chiavazzo (36').

Cronaca: La Pallacanestro San Michele Maddaloni esordisce in campionato al PalaSoriano di Atina contro la Virtus Cassino e purtroppo racimola la prima sconfitta stagionale dopo un primo tempo giocato benissimo, ed una ripresa che è stata la brutta copia. Alla vigilia il match si presentava già ostico e difficile per gli uomini di coach Giovanni Monda, e la montagna si fa ancora più ripida con l'assenza forzata di Salvatore Desiato fermato da una contrattura alla schiena. Maddaloni è dunque costretto a fare di necessità virtù. Dopo la palla a due entrambe le squadre appaiono piuttosto arrugginite, dopotutto la tensione dell'agonismo puro è mancato diversi mesi. I primi attacchi non vanno a buon fine, nonostante gli schemi vengano sviluppati sino in fondo. Gli ospiti comunque ci credono e dopo 3' capitan Nino Garofalo realizza i jumper del vantaggio sul 4-5. La formazione frusinate cerca di scrollarsi di dosso tutto il torpore iniziale ed al 7' allunga sino al 17-9. Il San Michele tiene duro, stringe le maglie in difesa e in attacco con grande sagacia e pazienza costruisce degli ottimi tiri che purtroppo il ferro non ne vuol sapere di accogliere. E quando invece Cassino manda a bersaglio due tiri sullo scadere dei 24" sembra davvero essersi abbattuta sui colori biancazzurri una gran sfiga. I padroni di casa si possono permettere una più larga rotazione, meno i viandanti che comunque chiudono il primo quarto ad appena cinque lunghezze di distacco.
La seconda frazione si apre ancora con Maddaloni che sfrutta un maggiore dinamismo, cercando di colpire in fretta senza che gli avversari possano schierarsi nella propria metà campo. In difesa poi, i biancazzurri optano per cambiare su ogni singolo blocco e di far rimanere soltanto Rusciano incollato a Chiacig. Questa scelta tattica premia tanto da arrivare ad un solo possesso di differenza (22-20), con "Cacio" Caceres nel ruolo di trascinatore e Cassino che perde i cosiddetti punti di riferimento. Da lì in poi però, la concentrazione cala anche per via della stanchezza. Un esempio sono i secondi rimbalzi concessi e da cui nascono proprio i canestri che lanciano i locali sul 32-22 che costringe la panchina del Maddaloni a chiamare timeout. Gli assetti sembrano riequilibrarsi e così si va al riposo lungo sul parziale di 37-28.
Al rientro dagli spogliatoi Cassino prova subito ad affondare il colpo mettendo a segno un break di 4-0. I biancazzurri sembrano reagire bene con un gioco da tre punti di Luciano Rusciano che segna prendendo posizione in area come un centroboa pallanuotistico. Maddaloni però non riesce a ritrovare la giusta attenzione, mostra il fianco e gli avversari ci si fiondano immediatamente fissando il punteggio sul 47-32 che costringe coach Monda al minuto di sospensione. Cassino ha però innestato una marcia superiore, il divario va così allargandosi ancor di più raggiungendo anche il più venti. I canestri di Alessandro Florio prima ed Ivano Ragnino poi permettono di limare il punteggio sino al 58-39.
Le fasi iniziali dell'ultimo quarto purtroppo non si discostano da quello precedente, con gli ospiti che perdono diversi palloni ed i ciociari bravi a convertirli il più delle volte in facili contropiede. E se ci mettiamo che la difesa maddalonese è spesso e volentieri in ritardo allora il passivo aumenta e non di poco. Alcune sortite di Francesco Chiavazzo fanno muovere il tabellone per Maddaloni che però nella propria metà campo si è del tutto sfilacciato. Gli ultimi minuti sono una pura formalità, e portano verso quello che sarà il risultato finale, ovvero 84-51 in favore dei padroni di casa, che per il San Michele risulta piuttosto pesante per quello che si è visto nell'arco dei 40' di gioco.

Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

venerdì 25 settembre 2015

SERIE D. Le formazioni casertane affilano le lame per l’esordio

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 26/09/2015

SERIE D. Crescono Koinè, Curti e Casapulla, Parete è soddisfatta, S. Maria a Vico è in stan-by
Le formazioni casertane affilano le lame per l’esordio

CASERTA. Continuano a lavorare a pieno regime le formazioni di Terra di Lavoro che saranno impegnate nell'ormai prossimo campionato di Serie D. Per Santa Maria a Vico, Casapulla, Parete e Koinè San Nicola la prima palla a due ci sarà nel weekend del 3-4 ottobre, una settimana in più d'attesa invece per Curti, unico team casertano inserito nel girone A, che scenderà ufficialmente in campo sabato 10 ottobre. Ma diamo uno sguardo a come si stanno preparando le varie squadre a circa sette giorni dall'esordio in campionato.
Il Basket Casapulla nello scorso weekend si è aggiudicato il quadrangolare disputato tra le mura amiche del PalaNatale. I gialloviola di coach Francesco Monteforte dopo aver superato piuttosto agevolmente il Promobasket Marigliano in semifinale, si sono ripetuti nella finalissima molto tirata e decisa soltanto dopo un tempo supplementare contro lo Sporting Club Ercolano. Grande prova difensiva e molta più fluidità in attacco per Dario Di Lorenzo e compagni, che devono ancora limare alcuni meccanismi tattici dopo gli addii di Napoletano e Luca Lillo e soprattutto recuperare qualche acciaccato dopo i duri carichi di lavoro.
Ci si allena in gran numero ed in maniera intensa anche alla Palestra Bachelet di Santa Maria a Vico, dove la locale squadra vicana è alla ricerca di alcuni rinforzi soprattutto negli spot di playmaker e pivot. Fin qui è stato inserito soltanto Sarchioto e qualche nuovo under ed è stato perso Raffaele Fucci che con molta probabilità resterà inattivo quest'anno. Coach Guido Zamprotta non si fascia comunque la testa, e dall'alto della sua preparazione ed esperienza sta cercando di impartire alla squadra un gioco molto dinamico. In campo c'è ancora un po' di confusione, ed in questo weekend con il torneo di Benevento si proverà a migliorare ulteriormente.
La Polisportiva Parete sta lavorando assiduamente e addirittura l'ambiente intorno alla squadra è parecchio entusiasta del lavoro fin qui prodotto dai ragazzi di coach Alfonso Moretti. Il team dell'agro aversano si è anche mosso sul mercato, aggregando al gruppo gli atleti Marco Carbone, Giuliano Di Girolamo e Nicola Argenziano. Ottime indicazioni sono arrivate anche dalle amichevoli disputate con Marcianise e Aics Caserta, formazioni ai nastri di partenza della Promozione, e tutto questo fa davvero ben sperare per l'ormai prossimo campionato.
Anche il Koinè San Nicola sta gettando con impegno delle solide basi in vista della sua primissima stagione in Serie D. Coach Antonio Merola sta plasmando i neroarancio con l'ottimo inserimento dell'unico acquisto Roberto Del Gaudio, anche se deve ancora fare a meno di Francesco Salzillo per il quale il rientro dopo l'intervento chirurgico è ancora rimandato. Tutto procede al meglio e si è piuttosto fiduciosi.
Soddisfazione anche in casa Virtus Curti: «Il lavoro sta procedendo bene - ha dichiarato coach Daniele Della Valle -, tutto sta andando secondo la tabella di marcia che ci eravamo prefissati con il preparatore atletico Antonio di Matteo. L'ultimo test con Parete è andato abbastanza bene, siamo migliorati dal punto di vista difensivo, ma abbiamo grossi margini di miglioramento Dobbiamo lavorare sull'intesa che come in ogni nuovo gruppo inizialmente manca».
Giovanni Bocciero

VIDEO: Per la Pall. San Michele esordio con Cassino

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 25/09/2015


Per la Pall. San Michele esordio con Cassino

La Pallacanestro San Michele Maddaloni è pronta all'esordio nel suo terzo campionato di Serie B, che la vedrà opposta domani, sabato 26 settembre alle ore 18:00, contro la Virtus Cassino. La formazione biancazzurra affronterà per la prima volta nella sua storia la squadra frusinate, ma non per questo la partita non riserverà degli interessanti spunti. Cassino è formazione costruita per cercare il grande salto, che annovera tra le proprie fila un giocatore come Roberto Chiacig, già avversario del Maddaloni due anni fa quando indossava la casacca dello Scafati. Fabio Lovatti ex Venafro, Luca Castelluccia ex Lanciano, ma anche Manuel Carrizo e Luca Ianes sono giocatori che sicuramente sono un lusso per questa categoria. Sarà un esordio dunque difficile, ostico, per capitan Nino Garofalo e compagni, ma non per questo l'esito è già definito. La partita che sarà disputata al PalaSoriano di Atina sarà arbitrata dai signori Andrea Bernassola di Palestrina (RM) e Gianluca Cassiano di Fiumicino (RM).


«Domani avremo sicuramente uno spirito battagliero - ha dichiarato l'head coach biancazzurro Giovanni Monda - perché quella di Cassino è la prima partita della stagione che mette i due punti in palio. Cercheremo di fare un cambio di passo rispetto a quello che è stato il precampionato, e lo dovremo fare anche perché l'avversario non è semplice. Cassino è annoverata tra le squadre più forti del nostro girone, ed ha un peso specifico che gli consentirà di aprire il campo grazie proprio al peso ed ai centimetri che si possono permettere di avere nell'area. Noi abbiamo ancora molto da lavorare per trovare la giusta alchimia, ma in vista di questo esordio dovremo essere bravi a - ha concluso il capo allenatore maddalonese - controllare i tempi, accelerare quando ci è possibile senza però andare fuori ritmo che comporterebbe poi delle controindicazioni».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

giovedì 24 settembre 2015

Oggi al via il 1° Torneo Campania Felix

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 25/09/2015

Oltre al team campano presenti Marche, Umbria, Lazio, Puglia e Sardegna
Oggi al via il 1° Torneo Campania Felix

CASERTA. Inizierà quest’oggi, venerdì 25, la prima edizione del Torneo Campania Felix, che si svolgerà tra Caserta e San Nicola la Strada, esattamente tra le strutture del PalaVignola e del PalaIlario. Il programma della kermesse riservata a rappresentative regionali di atleti classe 2002 prevede sei squadre partecipanti, suddivise in due raggruppamenti. In quello A sono state inserite le formazioni di Lazio, Marche e Sardegna, mentre in quello B vi sono i team di Campania, Umbria e Puglia.
Il match che aprirà la competizione vedrà la Campania affrontare alle ore 17:30 di oggi, presso il PalaIlario, i parietà della Puglia. A seguire alle 19:30 presso il PalaVignola ci sarà la partita tra Lazio e Sardegna. In base ai risultati conseguiti nella giornata di oggi, andrà a completarsi l’intero calendario, visto che domani alle ore 9:30 l’Umbria affronterà la perdente tra Campania e Lazio, mentre alle 11:30 le Marche sfideranno la sconfitta nel match tra Lazio e Sardegna. Nel pomeriggio (alle ore 16:30 e 18:30) si disputeranno le terze gare di entrambi i gironi che completeranno così la prima fase.
Domenica mattina sarà l’ultima giornata del Torneo Campania Felix, e sarà il tempo delle finali. Alle ore 9:30 in contemporanea al PalaVignola si disputerà la finale valida per il 5° e 6° posto, mentre al PalaIlario andrà in scena quella per il gradino più basso del podio. Alle 11:30 tutti al PalaVignola per l’atto conclusivo della kermesse con la finalissima per il primo posto, mentre a seguire intorno alle ore 13:00 circa vi sarà la premiazione di tutte le delegazioni partecipanti.
Per quanto riguarda la Campania, lo staff sarà composto dal dirigente responsabile Renzo Lillo (Basket Casapulla), dal direttore tecnico Alfredo Lamberti (Scuola Bk Salerno), dall’head coach Giuseppe Zurolo (Nuova Pol. Stabia) e dagli assistenti Roberto Ciccarelli (Juvecaserta), Francesco Minervini (Sporting Portici) e Davide Mirra (Basket Sant’Agnese). Gli atleti convocati sono: Claudio Angelo Aldi e Alessio Iavazzi (Juvecaserta), Emanuele D’Addio (Basket Casapulla), Francesco Portoghese (LBL Caserta), Armando Verazzo (San Michele Maddaloni), Marco Caloia e Pierluigi Di Palma (Scuola Bk Salerno), Lorenzo De Blasi e Enrico Zastavnyy (Del. Fes. Avellino), Francesco Liguoro (Pallacanestro Sant’Anastasia), Alessandro Mansi (ViviBasket Napoli) e Alessandro Vitiello (Basket Olbia). Tra gli atleti convocati come riserve a casa, compare un altro ragazzo di Terra di Lavoro ovvero Giorgio Vincenzo Pagano (San Michele Maddaloni).
Giovanni Bocciero

martedì 22 settembre 2015

La Juvecaserta continua a crescere a vista d’occhio

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 23/09/2015

LEGA A. I bianconeri stanno trovando la miglior forma fisica ed aumentando l’alchimia
La Juvecaserta continua a crescere a vista d’occhio

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Cresce a vista d’occhio la nuova Juvecaserta di coach Sandro Dell’Agnello, che nell’ultimo fine settimana si è aggiudicata anche il Torneo Città di Taranto. Una kermesse che ha visto i bianconeri battere due dirette concorrenti al prossimo campionato di Serie A come la Scandone Avellino degli ex Pino Sacripanti e Massimiliano Oldoini, e soprattutto l’Enel Brindisi che di questi tempi sembra sempre poter essere una autentica outsider per i primissimi posti in classifica. Leader maximo sul parquet, come successo già al Torneo Città di Caserta non poteva che essere quel Peyton Siva, il cui soprannome di “Re di Caserta” sembra cadergli proprio a pennello. Lo avevamo già scritto, e non possiamo fare altro che ribadirlo, complimenti alla società di Pezza delle Noci che è stata capace di aggiudicarsi sul mercato dei free-agent un giocatore del suo calibro.
FOTO SPORTCASERTANO
Non solo Siva però, nominato quale miglior giocatore anche al quadrangolare pugliese, perché è tutta la Juvecaserta che sta crescendo tanto fisicamente quanto in chimica, nonostante le assenze comunque pesanti di atleti come Andrea Ghiacci e Micah Downs, quest’ultimo egregiamente sostituito sin qui da Vikton Gaddefors che si sta conquistando la stima dello staff tecnico casertano e che a questo punto non è da escludere che possa rimanere all’ombra della Reggia per un periodo maggiore del suo attuale contratto di trenta giorni. Questo significherebbe però dover andare poi a modificare comunque l’assetto del roster. Per il momento però, e con ragione, questo discorso non sembra essere in cima ai pensieri del front office bianconero.
Sta intensificando il proprio stato di forma anche Bobby Jones, apparso piuttosto appesantito al suo arrivo a Caserta, e che poi è stato costretto a lavorare a singhiozzo per il volo transoceanico che lo ha visto dover fare ritorno negli Stati Uniti per stare accanto alla mamma malata. Al suo ritorno però, si è messo a lavorare con grande abnegazione e adesso dal campo sono arrivati i primi segnali positivi. Così come positive sono anche le prestazioni dei vari italiani, Valerio Amoroso, Marco Giuri e Daniele Cinciarini, che si stanno ritagliando il loro spazio con impegno.
Ciò però che fa maggiormente sorridere, in vista degli impegni di campionato che saranno l’autentico indice di valore, è la compattezza difensiva che questa squadra riesce a sfoderare di partita in partita. Esclusi i 72 punti concessi nello scrimmage di Latina, fin qui tra Ferentino, Matera, Fortitudo Bologna, Trento, Avellino e Brindisi, con il livello degli avversari che è andato man mano alzandosi, i bianconeri non hanno mai concesso oltre 70 punti, il massimo i 68 dell’ultima partita contro Brindisi. Che coach Dell’Agnello si sia focalizzato sin dall’inizio della nuova stagione sull’aspetto prettamente difensivo, non è certo un mistero. Che i giocatori lo seguono con dedizione e sacrificio è uno stato di fatto. E allora si può certamente guardare con ottimismo all’esordio in campionato contro Varese, e si può ancora migliorare, perché questa Juvecaserta non sembra ancora aver raggiunto il 100% di tutto il suo potenziale.

GIOVANILI. Il PalaVignola ospita la rappresentativa campana dei 2002

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 23/09/2015

GIOVANILI. Sono ben sei gli atleti di Terra di Lavoro convocati per questo raduno
Il PalaVignola ospita la rappresentativa campana dei 2002

CASERTA. Oggi, mercoledì 23 settembre, dalle ore 15:00 alle ore 16:30 presso il PalaVignola si svolgerà l’allenamento della rappresentativa campana di pallacanestro degli atleti classe 2002. Questo sarà il secondo appuntamento dopo il raduno di lunedì scorso a Castellammare di Stabia, ed è necessario per preparare al meglio la squadra che poi parteciperà al 1° Torneo Campania Felix che si terrà proprio a Caserta dal 25 al 27 settembre prossimi, e che vedrà partecipare oltre alla rappresentativa della Campania, tra le altre, anche Puglia e Marche.
IL PALAVIGNOLA
Sotto gli attenti occhi del Referente tecnico territoriale coach Alfredo Lamberti (Scuola Bk Salerno), dell’head coach Giuseppe Zurolo (Nuova Pol. Stabia), e dello staff tecnico composto dai coach Roberto Ciccarelli (Juvecaserta), Gianmarco Di Matteo (LBL Caserta), Francesco Minervini (Sporting Portici) e Davide Mirra (Basket Sant’Agnese), sono stati convocati venti atleti, tra cui ben sei di Terra di Lavoro, ovvero Claudio Angelo Aldi e Alessio Iavazzi della Juvecaserta, Giorgio Vincenzo Pagano e Armando Verazzo della Pall. San Michele Maddaloni, Emanuele D’Addio del Basket Casapulla e Francesco Portoghese dell’LBL Caserta.
Gli altri atleti convocati sono: Luigi Amodio del Basket Torre Annunziata, Nicolò Ascolese della Vito Lepore Avellino, Marco Caloia e Pierluigi Di Palma della Scuola Bk Salerno, Lorenzo De Blasi e Enrico Zastavnyy della Del. Fes. Avellino, Pietro De Felice del Basket Arzano, Davide Pio Di Capua e Alessandro Mansi del ViviBasket Napoli, Vincenzo Festinese del Join Venture Basket, Lorenzo Lella del Green Point F. e W., Francesco Liguoro dell’Ass. Sportiva Pallacanestro, Raffaele Romano del 75’ Basket Casalnuovo, ed Alessandro Vitiello del Basket Olbia.
GIBO

domenica 20 settembre 2015

Presentato a città e tifosi il San Michele Maddaloni

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 20/09/2015

Presentato a città e tifosi il San Michele Maddaloni
Patron Andrea De Filippo: «C'è tanta passione»

MADDALONI. Nella bellissima quanto storica ed importante cornice del Chiostro del Convitto Nazionale Giordano Bruno di Maddaloni, si è tenuta la presentazione della Pallacanestro San Michele. Lo staff tecnico e dirigenziale ed i giocatori della prima squadra si sono seduti nelle primissime file, ed hanno ascoltato con attenzione le parole a loro soprattutto rivolte dal patron biancazzurro Andrea De Filippo, dal rettore della scuola Michele Vigliotti che ha fatto gli onori di casa, l'assessore del comune di Maddaloni Enzo Lerro, ed il vicepresidente della FIP Campania Renzo Lillo.

«Questo per noi è una riunione di famiglia - ha esordito il presidente Andrea De Filippo -. Siamo soliti organizzare questa presentazione in occasione delle festività del patrono della nostra città, ovvero San Michele, il cui nome è immancabilmente legato a quello della nostra società. L'inizio del campionato di Serie B previsto già per il prossimo fine settimana, però, ci ha costretto ad anticipare questo evento. Noi siamo abituati a portare avanti questa avventura cestistica con la massima passione, ed è proprio con essa che siamo riusciti a raccogliere dei bellissimi quanto cercati risultati. Essa dovrà sempre essere alla base della nostra attività. La società, come ho più volte detto - ha continuato il patron biancazzurro -, non deve essere soltanto la mia, ma deve rappresentare un patrimonio della comunità. Vedere tanti ragazzi riempire la palestra ed indossare questa maglia è un orgoglio per tutti noi, ed il fatto che Maddaloni stia diventando un polo attrattivo per tanti giovani atleti della nostra provincia soprattutto perché l'ambiente che siamo stati in grado di costruire è reputato sano, è un'ulteriore atto di stima. Per noi quest'anno sarà il terzo campionato di Serie B che disputeremo, confrontandoci con metropoli come Napoli, Roma, Palermo, che possono contare su un bacino enorme sotto tanti punti di vista. La nostra città, che conta 40 mila abitanti, sarà per questo maggiormente onorata di sfidare queste squadre e naturalmente tante altre. Da un po' però il nostro obiettivo è leggermente cambiato. La prima squadra sarà sempre il biglietto da visita per la nostra società, ma questa va anche rinforzata con nostri prodotti locali. Non a caso, abbiamo l'aspirazione di inserire nei prossimi anni diversi ragazzi maddalonesi o comunque di formazione maddalonese in prima squadra. Questa sarà - ha concluso patron De Filippo - il nostro principale obiettivo».

«Ciò che negli anni sono riusciti a fare Andrea De Filippo e tutti i suoi collaboratori - ha dichiarato il rettore Michele Vigliotti - rappresenta qualcosa di davvero importante. Si dice spesso che qui al Sud Italia le cose non funzionano, ed è certamente vero, ma il San Michele Maddaloni è la dimostrazione che - ha concluso il rettore - se alla base di ciò che si fa c'è passione, nessun traguardo è precluso, a nessuno».

«Sono felice di rappresentare il sindaco Rosa De Lucia - ha esordito l'assessore Enzo Lerro - trattenuta da impegni istituzionali. Chi come me può capire i sacrifici che si fanno per mantenere una società sportiva, oltretutto di successo. Noi come comune cercheremo di essere sempre al fianco del San Michele Maddaloni, e posso anche annunciare che la società ha dato il suo ok - ha concluso l'assessore - per far svolgere l'attività cestistica a ragazzi provenienti da situazioni familiari purtroppo disagiate».

«Maddaloni è una piazza storica quando si parla di pallacanestro - ha dichiarato il vicepresidente federale Renzo Lillo - e vedere tanti ragazzi e bambini che si avvicinano a questo sport grazie a ciò che sta facendo da anni la Pallacanestro San Michele è davvero un piacere. Non posso che rivolgere agli amici maddalonesi - ha concluso il vicepresidente federale - un grande in bocca al lupo per questa ennesima stagione agonistica».

«Non facciamo assolutamente alcuna promessa di classifica - ha dichiarato l'head coach biancazzurro Giovanni Monda - ma certamente daremo sempre il massimo ogni volta che scenderemo in campo. Abbiamo l'onore e l'onere di rappresentare la città di Maddaloni e ci teniamo a ben figurare. Contiamo di avere un Pala Angioni-Caliendo sempre pieno in occasione delle nostre partite - ha concluso il capo allenatore - sempre i tifosi dovranno essere il nostro valore aggiunto».

La presentazione si è poi conclusa con il buffet offerto dalla società a tutti i presenti, e una foto di gruppo con tutti gli atleti, dalla prima squadra a tutto il settore giovanile, scattata sulla magnifica scalinata del Convitto Nazionale Giordano Bruno. L'occasione è stata favorevole per i più piccoli per andare a caccia di autografi da parte dei beniamini biancazzurri.

Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

venerdì 18 settembre 2015

SERIE B. Giorno di presentazione per il San Michele

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 19/09/2015

SERIE B. Domattina al Convitto Giordano Bruno presenti staff e giocatori biancazzurri
Giorno di presentazione per il San Michele

MADDALONI. Domani, domenica 20 settembre, la Pallacanestro San Michele Maddaloni si presenterà alla città e a tutti gli appassionati e tifosi maddalonesi e non solo. Presso l’ormai consueta location dello storico quanto importante Chiostro del Convitto Nazionale Giordano Bruno, dalle ore 10:30, sarà dato l’ideale via alla nuova stagione targata 2015/16.
Per Maddaloni sarà un anno ricco ed intenso, con la prima squadra ai nastri di partenza per la terza stagione consecutiva al campionato di Serie B, e le formazioni giovanili Under 18 ed Under 16 impegnate nei campionati d’Eccellenza, oltre alle altre squadre dell’Under 15, Under 14 ed Under 13 ed al minibasket targato Liberty Maddaloni. Nel palcoscenico del Convitto Nazionale Giordano Bruno saranno presenti tutto lo staff tecnico e dirigenziale calatino, i giocatori della prima squadra e tutti gli atleti delle formazioni giovanili, perché questa rappresenterà la festa della famiglia Pallacanestro San Michele e Liberty. E in vista della nuova stagione, ha parlato il dirigente responsabile maddalonese Pasquale De Filippo: «Ci aspetta un anno di ulteriore crescita e che ci vedrà sicuramente grandi protagonisti - ha esordito il dirigente -. Siamo diventati un punto di riferimento nello scenario del basket nazionale e puntiamo ad ulteriori risultati di prestigio che possano consolidare il nostro progetto. Sarà un’annata piena di aspettative e lo percepiamo dall'entusiasmo che ogni giorno dimostrano gli allenamenti di chi veste la nostra maglia. Sono certo che tra dieci mesi il bilancio non potrà che essere positivo soprattutto in relazione al settore giovanile, che tra qualche anno sarà di notevole rilevanza. Credo che poche realtà in dieci anni possano vantare un rating così altro tra la prima squadra impegnata in Serie B ed un’attività giovanile consolidata - ha concluso il deus ex machina maddalonese -, ma abbiamo ancora tanto da fare».
Giovanni Bocciero

giovedì 17 settembre 2015

SERIE B. Maddaloni, esordio più vicino

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 18/09/2015

SERIE B. Chiavazzo è già in perfetta condizione
Maddaloni, esordio più vicino

MADDALONI. Meno di dieci giorni ormai, e incomincerà l’avventura del terzo campionato di Serie B per la Pallacanestro San Michele. Sabato 26 settembre si avvcina a grandi passi, e per i biancazzurri è il momento di fare gli ultimi sforzi per farsi trovare in piena forma, anche perché l’esordio in quel di Atina contro la Virtus Cassino non è certamente dei più semplici. Non a caso lo staff tecnico maddalonese ha organizzato due test match per questa settimana, in modo da valutare a che punto è la squadra rispetto al programma di lavoro. Mercoledì si è affrontato tra le mura amiche del Pala Angioni-Caliendo il Basket Sarno, mentre domani, sabato, sarà la volta di far visita al Basket Scauri.
Nell’ultimo scrimmage, i biancazzurri hanno perso con il Basket Sarno con il punteggio finale di 85-71. Non tragga in inganno il risultato, perché la partita è stata davvero molto equilibrata, non  a caso entrambe le squadre hanno vinto due parziali a testa. Maddaloni si è aggiudicato i primi due quarti rispettivamente per 17-14 e 20-19. Determinante per il risultato complessivo il terzo periodo, vinto da Sarno 33-16 con una miriade di triple mandate a bersaglio soprattutto da Gabriele Pignalosa. L’ultima frazione ha visto ancora una volta regnare l’equilibrio, con gli ospiti che si sono aggiudicati il quarto con il parziale di 19-18. Partita nel complesso ruvida e a tratti nervosa, in cui coach Giovanni Monda ha preferito far ruotare tutti i suoi dieci effettivi, concedendo nel finale maggior minutaggio ai giovani evitando che i giocatori più importanti potessero incorrere in infortuni. Per quanto riguarda i singoli, ottima la prestazione del capitano biancazzurro Nino Garofalo, coadiuvato come al solito da uno spumeggiante e già in perfetto ritmo campionato Francesco Chiavazzo. Buona anche la gara di Alessandro Florio, che ha realizzato diverse conclusioni dall’arco dei 6,75.
Giovanni Bocciero

La One Team da forfait ai campionati U18 ed U16

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 17/09/2015

GIOVANILI. La società casertana ha rinunciato ed ora i tornei avranno 10 iscritte ciascuno
La One Team da forfait ai campionati U18 ed U16

CASERTA. Lo scorso 10 settembre era fissato come termine ultimo per qualunque società volesse iscriversi ai campionati giovanili regionali della categoria Under 18 Eccellenza ed Under 16 Eccellenza. Per tali campionati erano stati infatti riaperti i termini visto che per la categoria Under 18 c’era ancora l’opportunità per una singola società di iscriversi essendo undici le squadre regolarmente ai nastri di partenza; mentre invece per la categoria Under 16 dopo aver completato il quadro con dodici formazioni regolarmente iscritte si è avuta la defezione da parte della Scandone Avellino che ha preferito tirarsi indietro dal torneo Eccellenza per prendere parte a quello Elite.
A questo punto entrambi i campionati avevano un numero inferiore di società iscritte rispetto a quelle che erano al via nella passata stagione, rispettando comunque quello che è il numero massimo richiesto dalle Disposizioni Organizzative Annuali, ovvero da 8 a 12 squadre ammesse per l’Under 18 e da 8 a 16 per l’Under 16.
Alla fine nessuna società ha presentato regolare domanda d’ammissione ai suddetti campionati, ma anzi, ha presentato domanda di rinuncia in entrambe le categorie il One Team Basket, la compagine casertana nata dalla collaborazione di Basket Casapulla, LBL Caserta e Città di Caserta. A questo punto sia per l’Under 18 che per l’Under 16 l’organico definitivo è di dieci team.
Ai nastri di partenza del campionato Under 18 Eccellenza vi sono le casertane Juvecaserta e Pall. San Michele Maddaloni, l’irpina Scandone Avellino, la sannita Virtus Benevento, le salernitane Polisportiva Battipaglia e Basket Scafati 1969, le partenopee Ass. Pallacanestro Cercola, Virtus Pozzuoli e ViviBasket Napoli e la lucana Nuovo Basket Potenza.
Invece per quello Under 16 oltre alle casertane Juvecaserta, Pall. San Michele Maddaloni e Pol. Virtus 04 Curti, completeranno l’organico le napoletane Athletic System San Giorgio a Cremano, Nuova Pol. Castellammare di Stabia, Virtus Pozzuoli e Vesuvius Project Cercola, l’irpina Del. Fes. Avellino, la salernitana Basket Scafati 1969 e la lucana Invicta Potenza. Molto probabile che la formula di entrambi i campionati a questo punto possa prevedere una regular season con girone di andata e ritorno in cui ognuna delle squadre sfidi tutte le altre, senza alcuna suddivisione in gironi. A breve comunque il comunicato della Federbasket campana su for mula e date darà la certezza della cosa.
Per quanto riguarda la One Team Basket, la rinuncia al campionato ha comunque portato a delle conseguenze. Infatti, il presidente Pasquale Orlando ha avuto l’inibizione a svolgere attività federale sino al 16 gennaio del 2016. Ovviamente si tratta di una squalifica cumulativa, essendo state due le rinunce da parte della società casertana. Inoltre, la One Team Basket dovrà anche pagare un’ammenda complessiva di 480 euro sempre in riferimento alla doppia rinuncia.
In virtù di ciò, due atleti della nascente società, ovvero Michele Tartaro del Basket Casapulla ed Antonino Sabatino dell’LBL Caserta, entrambi classe 2000, sono andati a rinforzare l’Under 16 del San Michele Maddaloni giunto l’anno scorso ad un passo dall’interzona.

Gio.Boc.

Per la Juvecaserta una modesta soddisfazione

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 17/09/2015

LEGA A. L’incidente di Micah Downs non intaccherà in alcun modo il lavoro dei bianconeri
Per la Juvecaserta una modesta soddisfazione

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Ha ripreso dopo il duro weekend di fatiche ed il giorno di riposo la Juvecaserta, ritornata subito in palestra per oliare ancor di più quei meccanismi da puntellare. Il Torneo Città di Caserta ha dimostrato che questa è si una squadra, con voglia, grinta e tanta caparbietà, ma gli schemi e la complicità tra i giocatori va ancora del tutto formata. E non potrebbe essere altrimenti.
Coach Sandro Dell’Agnello è stato molto contento, se non addirittura ottimista, di come la sua squadra si sia rapportata alla Fortitudo Bologna prima e all’Aquila Trento poi in occasione della kermesse casertana. Ha però cercato di buttare un po’ di acqua sul fuoco, cercando di spegnere facili entusiasmi che sappiano non portano a nulla durante la stagione agonistica.
Anche l’anno scorso la Juvecaserta si aggiudicò il quadrangolare casalingo dopo un’ottima preseason che facevano pensare tutto tranne che ad una partenza ad handicap. Quello 0-14 rimarrà impresso a vita nella mente di tutti gli addetti ai lavori, di tutti i tifosi e soprattutto dei diretti interessati.
Adesso però bisogna soltanto guardare al futuro, e nel futuro di questa squadra, che ha dimostrato di avere già una buona organizzazione offensiva ed anche una discreta intensità difensiva, ci sono altri due importanti tornei da disputare il prossimo fine settimana a Taranto, e quello dopo a Trapani. Due impegni dove il tasso tecnico e fisico tenderanno a crescere non fosse altro per l’avvicinarsi della prima palla a due ufficiale della stagione.
La Juvecaserta si sta consolidando anche come gruppo, e forse in primis proprio in questo senso. Sempre il tecnico toscano non ha temuto di sottolineare come la formazione bianconera sia l’unica di tutta la prossima Serie A ad aver cambiato in toto sia i dieci giocatori che l’allenatore. Ciò significa che a Pezza delle Noci bisogna lavorare il doppio se non il triplo rispetto a ciò che si sta facendo in tutte le altre piazze. Il lavoro fatto bene e con professionalità alla fine ripaga sempre anche i più duri sacrifici. E al momento non si può dire che i bianconeri non lo stiano facendo. Anzi.
Sicuramente però l’incidente occorso all’americano Micah Downs, recatosi a visitare Roma visto il giorno di riposo dato a tutta la squadra, non deve aver fatto sorridere il front office casertano, ad incominciare da patron Raffaele Iavazzi. Downs, relegato ancora ai box per l’infortunio rimediato alla pianta del piede sinistro che sta curando con una particolare ed innovativa terapia presso l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, è risultato positivo all’alcol test e adesso pagherà le conseguenze di un provvedimento disciplinare da parte della società. Nulla di eccessivo, sia chiaro, ma fa sorridere il fatto che proprio l’ex Kansas e Gonzaga nel momento dell’annuncio ufficiale del suo accordo con la Juvecaserta postò sui social network una fotografia di lui in primo piano seguita in didascalia da una frase inequivocabile: “sarà pronta la Serie A?”. Per il momento il buon Micah non si è ancora riuscito ad esprimere sul parquet perché, appunto, costretto a fermarsi già al suo primo giorno casertano. Per tutto il resto però, ha già dato un assaggio. Speriamo che questa sia soltanto una bravata, un incidente di percorso, e che per lui parlerà più in la solo il campo.

lunedì 14 settembre 2015

Juvecaserta, il buongiorno si vede dal mattino

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 15/09/2015

LEGA A. Bianconeri soddisfacenti nel weekend con un Siva superlativo e già superstar
Juvecaserta, il buongiorno si vede dal mattino

CASERTA. Il Torneo Città di Caserta ha evidenziato che la Juvecaserta è sicuramente a buon punto nel proprio piano lavoro. Coach Sandro Dell’Agnello sta plasmando sempre più la squadra a sua immagine e somiglianza. Quando Sandrokan correva e saltava sul parquet del PalaMaggiò non si risparmiava mai, dava tutto quello che aveva, ed anche e soprattutto per questo veniva apprezzato dal pubblico casertano. Oggi si può dire lo stesso anche dei suoi giocatori, che si dannano sul rettangolo di gioco, mettendo grande intensità in tutto ciò che fanno, rivelandosi duri in difesa e ben organizzati in attacco. Certo, non si è ancora al top e la doppia prova del Torneo Città di Caserta lo ha dimostrato, ma in quanto a volontà ed energia, la Juvecaserta è davvero ad un buon punto del suo precampionato.
PEYTON SIVA (FOTO SPORTCASERTANO)
La Fortitudo Bologna e soprattutto l’Aquila Trento erano due test probanti, difficili ed impegnativi. E i bianconeri li hanno superati entrambi seppur non a pieni voti. E non ci riferiamo al solo risultato che, di questi tempi, lascia il tempo che trova. Assolutamente. Di sicuro Bobby Jones e compagni non sono stati brillantissimi, ma con i vari acciacchi e i diversi incidenti di percorso che fin qui hanno condizionato la preparazione della squadra era anche logico aspettarselo. Eppure questa Juvecaserta è stata capace di sopperire ancora una volta alle difficoltà, ultima i sintomi influenzali che hanno messo “fuori gioco” Daniele Cinciarini in questa due giorni della kermessa casertana. Un evento che, vuoi per le varie concomitanze dell’EuroBasket in cui è impegnata l’Italia, il posticipo della Casertana impegnata al Pinto, ha attirato davvero pochi tifosi sin a Pezza delle Noci nonostante la campagna abbonamenti stia comunque viaggiando abbastanza spedita. E speriamo naturalmente che non ci si fermi qui. E allora qualcosa va rivisto, perché questa squadra squadra, questi giocatori, questi ragazzi meritano davvero tutto l’affetto e la stima, soprattutto per quello che stanno facendo vedere in questo primo scorcio di precampionato.
E poi per chi non era presente al PalaMaggiò, possiamo dire soltanto peccato. Peccato perché si sono persi un gran bello spettacolo, a firma di Peyton Robert Siva Junior, semplicemente il nuovo “Re di Caserta”. All’ombra della Reggia vanvitelliana mancava un giocatore dal “sangue blu” del suo calibro da diverso tempo. Lo scorso anno Sam Young buttò soltanto fumo negli occhi, e allora bisogna avvolgere il nastro sino a Jumaine Jones. Ma quello che il nativo di Seattle ha fatto vedere nell’ultimo weekend è qualcosa di davvero entusiasmante, il che fa pregustare un campionato dagli effetti speciali. 21 punti e tanto gioco per i compagni contro Bologna, 31 punti e tanta freddezza nel capitalizzare contro Trento. Lui assolutamente non era una scommessa nello scacchiere costruito dal front office bianconero, era stata la ciliegina sulla torta. Si è detto tanto e si è parlato benissimo di lui e del suo ingaggio, ma vederlo giocare dal vivo ha fatto esclamare a tanti, tantissimi: “ma questo come è venuto a Caserta?”. Complimenti al giocatore, ma ancor di più alla Juvecaserta che è riuscita a firmarlo. E se il buongiorno si vede dal mattino, non resta che continuare a vivere questa “bellissima giornata”

GIOVANILI. Campania sesta alla Sardinia Cup di Cagliari

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 15/09/2015

GIOVANILI. Cinque gli atleti classe 2001 di Terra di Lavoro che hanno partecipato alla kermesse
Campania sesta alla Sardinia Cup di Cagliari

CASERTA. Nell’ultimo fine settimana si è disputata a Cagliari la prima edizione della Sardinia Cup, competizione organizzata dal Comitato della federbasket locale e riservato a rappresentative regionali Under 15, ovvero atleti classe 2001. Otto le compagini che vi hanno partecipato: Sardegna, Sicilia, Campania, Lombardia, Lazio, Veneto, Toscana ed Emilia Romagna, che dall’11 al 13 settembre si sono affrontate prima in un girone eliminatorio da quattro squadre, e poi nella rispettiva finale in base alla posizione di classificazione. La kermesse ha visto come campo di gioco anche il PalaRockefeller, location delle partite dell’Italia della scorsa estate in occasione delle partite di qualificazione proprio all’EuroBasket che si sta disputando in questi giorni. Palcoscenico dunque prestigioso ed importante per questa kermesse.
Per la Campania, allenata dal referente territoriale Alfredo Lamberti, dall’head coach Francesco Persico, e dagli assistenti Luigi Caprio ed Antimo Tartaglione, è arrivato un sesto posto che tutto sommato può far sorridere. Infatti la rappresentativa, che contava ben cinque atleti di Terra di Lavoro tra le sue fila, ovvero Giacomo Bellisomo, Davide Mastroianni e Marco Mastroianni dell’LBL Caserta, Matteo Esposito del Basket Casapulla e Roberto Paterno dell’All Greens Basket Piedimonte Matese, ha disputato tutte le partite senza mai cedere bruscamente il passo agli avversari. Nel girone, vinto dall’Emilia Romagna, i giovani campani hanno esordito perdendo di poco contro il Veneto ma stando sempre a contatto, prima di arrendersi proprio agli emiliani. L’unica vittoria è arrivata contro i padro ni di casa della Sardegna, che ha evitato così di dover giocare la finale per il 7°-8° posto che ha visto invece prevalere la Sicilia proprio sui sardi nel classico derby delle isole. La Campania invece è stata sconfitta dal Lazio dopo i supplementari, in una gara tirata e vibrante. Il trofeo è andato alla Lombardia, che ha battuto l’Emilia Romagna, terzo posto alla Toscana che ha superato il Veneto.

VENETO-CAMPANIA 50-37
PARZIALI: 13-7; 20-19; 37-28; 50-37.
CAMPANIA: D. Mastroianni, De Rosa, Bellisomo, M. Mastroianni 3, Esposito, Coda 8, Polverino 2, Bianco 13, Chirico 3, Ianuale 4, Paterno, Guariglia 4.

E.ROMAGNA-CAMPANIA 76-53
PARZIALI: 18-9; 19-14; 22-13; 17-17.
CAMPANIA: D. Mastroianni 2, De Rosa, Bellisomo, M. Mastroianni 7, Esposito 9, Coda 4, Polverino 2, Bianco 8, Chirico 13, Ianuale 4, Paterno, Guariglia 4.

SARDEGNA-CAMPANIA 45-60
PARZIALI: 15-14; 3-19; 18-14; 9-13.
CAMPANIA: D. Mastroianni 5, De Rosa 11, Bellisomo, M. Mastroianni 4, Esposito, Coda 5, Polverino 7, Bianco 10, Chirico 2, Ianuale 7, Paterno 5, Guariglia 4.

CAMPANIA-LAZIO 79-82
PARZIALI: 16-17; 17-18; 11-11; 17-15; 18-21.
CAMPANIA: D. Mastroianni 3, De Rosa 8, Bellisomo, M. Mastroianni 9, Esposito 2, Coda 4, Polverino 2, Bianco 33, Chirico 8, Ianuale, Paterno 7, Guariglia 3.

Giov.Bocc.

Peyton Siva è leader maximo, la Juvecaserta vince il trofeo

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 14/09/2015

TORNEO DI CASERTA. L’ex Louisville segna 31 punti contro Trento ed è il nuovo “Re di Caserta”
Peyton Siva è leader maximo, la Juvecaserta vince il trofeo

di Giovanni Bocciero

CASTEL MORRONE. La Juvecaserta si aggiudica la finalissima del 12° Torneo Città di Caserta valido come Trofeo Irtet battendo l’Aquila Trento con il punteggio finale di 72-66. I bianconeri hanno indirizzato la partita nella giusta direzione soprattutto nella seconda parte del terzo quarto, prendendo quel piccolo ma meritevole vantaggio e rispedendo al mittente trentino qualsiasi tentativo di rimonta. Trascinatore per la compagine di coach Sandro Dell’Agnello ancora il playmaker Peyton Siva, ancora più mattatore, che finisce la partita con ben 31 punti messi a referto, con un 4/7 da due ed un 6/11 dall’arco dei 6,75. A tratti immarcabile per Trento, realizza proprio lui il canestro della staffa, che manda così i titoli di coda su questa partita e sull’edizione della kermesse casertana.
IL NUOVO "RE DI CASERTA", PEYTON SIVA
Da sottolineare più che l’aspetto offensivo ed una condizione fisica migliore ancora da ricercare, l’abnegazione e l’intensità che i bianconeri sono riusciti ad offrire in difesa. Si vede che prima di tutto il tecnico toscano chiede ai suoi giocatori di lottare, di buttarsi sui palloni, di sbucciarsi le ginocchia per la causa, di mettere da parte l’ego personale per la squadra. Insomma, da questo punto di vista l’impegno della Juvecaserta è davvero encomiabile, ancor di più quando Trento ha provato a mettere la sfida sul piano della fisicità sotto le plance.
Il primo quarto di gioco è abbastanza equilibrato, con il punteggio che in modo alternato vede adesso l’una e poi l’altra squadra a condurre le danze. Peyton Siva inizia da subito a prendere le redini della gara in mano, supportato ad intermittenza dai vari compagni. Per i trentini si scatena però Forray, uno che di solito quando vede Caserta tende sostanzialmente a vedere “rosso come i tori”. E così gli ospiti restano aggrappati ed anzi, passano a condurre. Le squadre comunque si equivalgono, ed al 10’ i bianconeri sono in vantaggio di 1 (21-20). La seconda frazione si apre con tanti errori da una parte e dell’altra. La partita sembra non avere ancora un vero e proprio padrone. Trento prova a scappare ma Caserta tiene botta. Il solco viene scavato soprattutto quando i trentini usano la loro fisicità, arrivando a schiacciare con Sutton e Wright. E così si va al riposo lungo sul più 7 (39-32) per gli ospiti.
Gli uomini di coach Maurizio Buscaglia inizio bene anche il terzo periodo, avvicinandosi alla doppia cifra di vantaggio. E qui però che sale in cattedra soprattutto la difesa casertana, con Hunt che si batte e si dimena, impadronendosi alla fine 11 rimbalzi, di cui 4 offensivi.  Siva insacca con grande naturalezza, ma Trento tiene duro prima di subire il sorpasso, propiziato ovviamente dal playmaker ex Louisville. Sprazzi di El Amin a cavallo tra terza e quarta frazione provano a lanciare la Juvecaserta, ma gli ospiti sono duri a morire e si mantengono a contatto. La tripla di Gaddefors prima, e la difesa bianconera disegnata poi, permettono agli uomini di coach Dell’Agnello di resistere e conservare il vantaggio, seppur esiguo. Il canestro che chiude i giochi non poteva che arrivare da lui, Siva, già elevato a “Re di Caserta”.

domenica 13 settembre 2015

SERIE C. Il campionato prenderà il via l’ultimo weekend del mese

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 14/09/2015

SERIE C. Per i Cedri così commenta coach Falcombello: “L’inizio non è agevole”
Il campionato prenderà il via l’ultimo weekend del mese

di Giovanni Bocciero

SAN NICOLA LA STRADA. Sabato 26 settembre alle ore 19:00 inizierà il campionato di Serie C Silver dei Cedri San Nicola quando scenderanno in campo al PalaErrico per affrontare la Virtus Pozzuoli di coach Mauro Serpico, che ha in Pierluigi Aprea, David Loncarevic e soprattutto l'americano John Lewis tre sicuri protagonisti. E a questi potrebbe aggiungersi anche il casertano Antonio Salzillo, ex Virtus Cassino, al momento in prova al team flegreo.
Alla seconda giornata ci sarà l'esordio casalingo al PalaIlario contro la Megaride Napoli, e poi in perfetta alternanza trasferta-casa incrocerà le lame con la Virtus Piscinola, il Basket Casavatore, il Forio Ischia, che ha confermato l'aversano Paolo Cupito e l'argentino Gustavo Imsandt grandi artefici l'anno passato dell'accoppiata campionato-coppa e che ha rinunciato al ripescaggio in Serie B dopo l’ultimo forfait del Pordenone, e C.A.P. Nola.
Le doppie sfide “on the road” che porteranno i sannicolesi prima a far visita all'Angri Pallacanestro del tecnico Massimo Massaro e poi al Basket Sarno del playmaker Madarious Gibbs approdato in Italia direttamente dal torneo NCAA potrebbero rappresentare uno spartiacque importante. Alla nona giornata i Cedri riceveranno la Pallacanestro Cercola che agli ordini di coach Enzo Patrizio ha allestito un roster molto ambizioso con i vari Pasquale Cavallaro, uno dei pochi confermati rispetto all’ultima stagione, Mattia Errico, Antonio Auriemma e Nando Smorra, tutti giocatori di categoria e con esperienze diverse anche in campionati superiori. Sarà poi la volta della trasferta in quel di Castellammare di Stabia per affrontare il giovane gruppo gialloblù affidato all'allenatore Francesco Monteleone.
Il doppio impegno casalingo contro il Felix Napoli prima, che schiererà in campo la coppia formata da Fabio Di Napoli e Claudio Tammaro, ed il Cilento Agropoli poi, del nuovo corso di coach Orlando Menduto ma che potrà contare sempre sulla stella delle minors Njegos Visnjic, rappresenteranno un altro spartiacque fondamentale per la stagione dei sannicolesi.
Le ultime tre partite del girone d’andata vedranno prima uno scontro tutto casertano in panchina, con la squadra di coach Piero Falcombello che sarà opposta alla Polisportiva Battipaglia del tecnico Raffaele Porfidia. Al penultimo turno che coinciderà con l’ultimo dell’anno solare 2015, ospiterà la Virtus Monte di Procida e poi chiuderà con la Pallacanestro Afragola, partita in programma giovedì 7 gennaio 2016. Al girone di ritorno, ovviamente, sarà invertita la location di gioco e per i Cedri San Nicola sarà importante mettere in cascina quanti più punti possibili, magari riuscendo a far rimanere imbattuto il fortino sannicolese o con qualche sortita lontano da casa.

«L'inizio di campionato non è molto agevole - ha esordito l'allenatore sannicolese -, visto che alla prima partita andiamo a Pozzuoli, compagine molto forte ed equilibrata con talento ed esperienza per la categoria, forte anche di acquisti importanti. Alla seconda giornata invece ci farà visita la Megaride Napoli, anch'essa una squadra già esperta della categoria e tradizionalmente molto ostica. In più noi avremo per le prime due gare squalificati Dario D'Orta, Vincenzo Santoro e Francesco Della Peruta, il che rende il nostro inizio duro. Ma ci impegneremo al massimo - ha concluso coach Piero Falcombello - e chi verrà chiamato a sostituire i suddetti darà il massimo, ne sono sicuro».

SERIE B. Continua il lavoro del San Michele

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 14/09/2015

SERIE B. Continua il lavoro del San Michele

MADDALONI. Un’altra amichevole molto proficua per la Pallacanestro San Michele, che sabato scorso tra le mura amiche del Pala Angioni-Caliendo ha sfidato una papabile candidata per la promozione, ovvero il Basket Scauri. La formazione pontina ha dimostrato di essere degna di queste attenzioni, soprattutto perché può permettersi di schierare giocatori del calibro di Simone Bagnoli ed Ariel Svoboda su tutti.
Eppure Maddaloni non ha assolutamente demeritato, anzi, il punteggio finale di 68-70 con cui sono stati gli ospiti ad aggiudicarsi lo scrimmage hanno sottolineato come gli uomini di coach Giovanni Monda abbiano tutte le carte in regola per affrontare e mettere in difficoltà qualsiasi avversario in questo campionato.
Nonostante la sconfitta contro comunque una squadra molto forte come Scauri, i biancazzurri si sono aggiudicati ben tre quarti dell’amichevole, che è bene ricordare vedeva l’azzeramento del risultato alla fine di ogni singolo quarto di gioco. La prima frazione è andata in archivio con il parziale di 21-16 in favore dei maddalonesi, che poi hanno vinto anche gli ultimi due rispettivamente per 19-18 e 12-9. Purtroppo il secondo periodo, terminato 27-16 per i pontini, è stato determinante per il risultato finale. Se fossero valse le regole del minibasket, sarebbe stato proprio il San Michele ad aggiudicarsi questo test match. Ma va bene anche così, dopotutto non sono queste le partite da dover vincere, e non è una semplice retorica.
L’importante è che queste sfide vadano a migliorare quella che è l’alchimia di gioco, che cresca la complicità tra i giocatori, soprattutto quelli nuovi che devono integrarsi al vecchio telaio biancazurro. E mercoledì sera sarà tempo di una quarta amichevole, quando sempre a Maddaloni arriveranno il Basket Sarno e Gibbs, stella NCAA.
GIBO

venerdì 11 settembre 2015

SERIE B. Maddaloni, al via la campagna abbonamenti

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 12/09/2015

SERIE B. Ottima performance nel test match contro Scafati, oggi alle 18:30 scrimmage con Scauri
Maddaloni, al via la campagna abbonamenti

MADDALONI. Migliora di giorno in giorno la condizione fisica e l’alchimia di squadra del San Michele Maddaloni, che si aggiudica anche la seconda uscita di precampionato contro una diretta avversaria come la Cesarano Scafati. Il punteggio finale dello scrimmage ha visto i biancazzurri di coach Giovanni Monda imporsi per 80-69, compiendo un ulteriore passo in avanti in vista dell’esordio in campionato che adesso dista poco meno di quindici giorni, fissato infatti per sabato 26 settembre ad Atina contro Cassino.
Le prime tre frazioni di gioco sono state molto equilibrate, con Maddaloni che si è aggiudicata quello iniziale per 17-15, prima di arrendersi agli scafatesi nei due centrali rispettivamente per 20-24 e 15-18. Gli ultimi 10’ sono stati devastanti da parte dei maddalonesi, che hanno inferto allo Scafati un perentorio 28-12 segno che la condizione è davvero delle migliori. Nel complesso la prestazione dei biancazzurri è stata convincente in difesa ed altrettanto ottima in attacco. Decisamente un passo in avanti rispetto alla prima amichevole contro la Nuova Pol. Stabia, che pur finì con una vittoria, ed oggi pomeriggio ci si aspetta un ulteriore step. Infatti, con palla a due alle ore 18:30 il San Michele sfiderà sempre al Pala Angioni-Caliendo il Basket Scauri, una formazione etichettata come una delle migliori di tutto il girone oltre ad essere una delle papabili per la promozione.

ABBONAMENTI. Da oggi, inoltre, prenderà il via la campagna abbonamenti della Pallacanestro San Michele in vista della prossima stagione agonistica. Sono sempre quattro le modalità per acquistare il proprio posto a sedere, ovvero la tessera Junior al costo di 20 euro, quella Ordinario al costo di 30 euro, quella Sostenitore che con 50 euro permette l’ingresso a due persone, ed infine quella Benemerito che al prezzo di 100 euro consente l’ingresso a ben quattro persone. Per tutti gli under 20 l’ingresso per assistere alle partite sarà gratuito. Da sottolineare che la dirigenza calatina non ha modificato i prezzi rispetto a quelli della scorsa stagione, nonostante quest’anno saranno di più le partite che si disputeranno tra le mura amiche del Pala Angioni-Caliendo, ovvero ben quindici match. I punti vendita, sparsi per tutto il territorio del comune delle “Due Torri”, dove poter acquistare il proprio abbonamento per assistere alle partite casalinghe dei biancazzurri sono la Cartolibreria Santo sita in via Amendola, il Bar Daniela sito a piazza Ferraro, e Parrucchiere Stile In sito in via Campo Sportivo.
Giovanni Bocciero

martedì 8 settembre 2015

Juvecaserta, ci si prepara per l’evento del weekend

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 09/09/2015

LEGA A. I bianconeri affronteranno la Fortitudo Bologna in una festa dello sport
Juvecaserta, ci si prepara per l’evento del weekend

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Dopo la giornata di riposo data lunedì, con Andrea Ghiacci e Marco Giuri che si sono recati a Vietri sul Mare, e Dario Hunt che ne ha approfittato invece per visitare Roma, la Juvecaserta è ritornata ad allenarsi a pieno ritmo per continuare a lavorare e allo stesso tempo per preparare il Torneo Città di Caserta del prossimo fine settimana. Una kermesse molto sentita all’ombra della Reggia perché di fatto rappresenta il battesimo della squadra che affronterà il prossimo campionato di Serie A. Ed ovviamente tra i tanti supporters cresce l’attesa per vedere la presentazione dei nuovi beniamini bianconeri, una piccola parte di tutto l’evento che però sicuramente sarà seguito come il piatto forte almeno del programma di sabato, più anche delle stesse partite.
FOTO BUCO
E qui poi c’è da sottolineare un altro momento che la tifoseria casertana sentirà parecchio. Quest’anno infatti, la semifinale in cui sarà impegnata la Juvecaserta, la vedrà opposta alla Fortitudo Bologna. Tra le due tifoserie c’è un legame strettissimo, e per questp è più che lecito aspettarsi qualcosa di speciale sulle tribune. Le due stagioni dalle quali Caserta e Bologna arrivano sono state praticamente differenti. I bianconeri sono partiti decisamente con l’handicap di quello 0-14 in campionato, riuscendo poi a raddrizzare un po’ la barca sino alla partita-spareggio di Pesaro in cui purtroppo, nonostante la voglia e la determinazione, è arrivata la retrocessione. Poi l’assist servito dalla Virtus Roma, altra partecipante al Torneo Città di Caserta, che dopo un lungo tira e molla ha deciso di autoretrocedersi in A2 lasciando un posto vacanze nella massima serie che è stato prontamente riempito dalla società di patron Raffaele Iavazzi.
Per la Effe invece, dopo un avvio di campionato piuttosto altalenante, nonostante la consueta ambizione che accompagnava la formazione del PalaDozza in Serie B, l’avvento di coach Matteo Boniciolli ha invertito il trend nonostante qualche scivolone. Per inciso, Boniciolli fu contattato anche dalla Juvecaserta per sostituire in panchina coach Lele Molin, ma il tecnico triestino ha preferito glissare l’offerta casertana e soltanto successivamente accettare quella felsinea. La stagione della Fortitudo è continuata con l’accesso alla Final Four di Forlì riuscendo al primo tentativo di cogliere la promozione battendo la Mens Sana Siena.
Adesso Juvecaserta e Fortitudo Bologna, che ricordiamo hanno le rispettive tifoserie gemellate, si affronteranno sabato sera alle ore 21:15, immediatamente dopo la presentazione ufficiale della formazione di casa, in quella che non sarà soltanto una partita di precampionato, ma anche una gran bella festa dello sport.
Tra le fila bianconere di coach Sandro Dell’Agnello dovrebbero esserci tutti gli indisponibili dell’ultimo test match con la Benacquista Latina. Bobby Jones infatti è rientrato in queste ore in città dopo essere andato negli Stati Uniti per assistere la mamma gravemente malatam mentre Andrea Ghiacci, Dario Hunt e Peyton Siva dovrebbero superare tutti i propri acciacchi, chi alla spalla e chi alla caviglia, ed essere del Torneo Città di Caserta. La Juvecaserta si affaccerà da detentrice del trofeo, dopo che nello scorso anno ha battuto nella finalissima la Grissin Bon Reggio Emilia. Eppure, quella vittoria fu indigesta per i tanti infortuni che dovette registrare lo staff bianconero in quella “due giorni”. Per questo è meglio fare tutti i dovuti riti scaramantici, ed augurarsi che questa kermesse sia un bel spettacolo da vedere.

SERIE D. Curti, Marco Busico: «Possiamo andare lontano»

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 09/09/2015

SERIE D. Il pivot virtussino è fiducioso, ma Sarno e Sammaritana sono un gradino in più
Curti, Marco Busico: «Possiamo andare lontano»

CURTI. La Virtus Curti continua a prepararsi in vista del campionato di Serie D, che proprio in questi giorni ha subito una modifica. Vista la rinuncia del S.B. Napoli Est, inserito proprio nel girone dei curtesi, e appreso che nessuna richiesta di ripescaggio è pervenuta, il raggruppamento è rimasto a 12 squadre, e adesso si procederà a generare un nuovo calendario. Abbiamo intervistato Marco Busico per capire come sta proseguendo il lavoro in casa Virtus.
È iniziata la seconda settimana di allenamenti per voi, come procede il lavoro agli ordini di coach Daniele Della Valle?
«Come inizio non c’è male - ha esordito il pivot virtussino -, stiamo lavorando bene dal punto di vista atletico. Per quanto riguarda il coach molti forse lo reputano troppo giovane. Sicuramente è presto per giudicare però seconde me è bravo e può andare lontano, ha le idee chiare e noi lo seguiremo fino alla fine».
Quest’anno sei ritornato a casa dopo aver militato la scorsa stagione a Cassino in Serie B, che esperienza è stata?
«Vengo da una stagione in cui ho giocato molto poco in Serie B. Sapevo quello che mi aspettava, ho lavorato sodo per conquistare minutaggio ed ho ottenuto buoni risultato, però secondo me meritavo di giocare di più. L’anno scorso è andato come è andato, ho dimostrato quello che valgo - ha continuato il lungo - e sono sicuro di essere all’altezza della Serie B da quello che ho potuto vedere».
Curti è una squadra giovane e fatta pressoché da atleti cresciuti in casa, cosa pensate che possiate fare in campionato?
«Questa società ha lavorato bene negli scorsi anni, è cresciuta molto e questo anno la squadra è appunto giovane ma molto unita e forte. Ci conosciamo molto bene tutti ed anche quei pochi nuovi acquisti si sono subito ambientati in questo gruppo eccezionale. Per quanto riguarda il campionato - ha dichiarato il nativo di Santa Maria Capua Vetere - io punto sempre alla vittoria di partita in partita. Credo che possiamo competere con chiunque se giochiamo di squadra. Inoltre è naturale che il primo obiettivo sia la salvezza, però cercheremo di vincere sempre soprattutto in casa, che deve essere il nostro punto di forza. Credo comunque che possiamo andare lontano come squadra consapevoli che sarà dura ma nessuno si tirerà indietro, tutti siamo pronti a non mollare nemmeno un centimetro davanti all’avversario. Vediamo come andrà il campionato - ha concluso Marco Busico - e poi a fine stagione tireremo le somme».
Nello stesso girone di Curti c’è la corazzata di questo campionato, la Nuova Pall. Sarno, ripescata ma con grandi ambizioni, che dopo aver ingaggiato gli esterni Carmine Moccia ed Ernesto Beatrice, ed affidato la panchina a coach Adolfo Parrillo, il roster è stato completato con gli acquisti dei lunghi Daniele Falzarano, Francesco Annunziata e Raffaele Sammartino, oltre al play-guardia Andrea Somma e al confermato Andrea De Crescenzi.
Altra formazione del girone molto attiva sul mercato è stata la Sammaritana Basket di coach Michele Morra, che da neopromossa ha aggiunto al roster l’ala ex Delta Salerno Alfonso Senatore, il play ex Torre del Greco Luca Caiazza, l’under proveniente dallo Scafati Basket (A2) Antonio Maisano, ed il pivot ex Uisp Nocera Michele Vaccaro.
Giov.Bocc.

JUVECASERTA. Prima uomini e poi atleti, e il gruppo cresce

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 08/09/2015

Ghiacci e Giuri hanno passato il giorno di riposo a Vietri sul Mare
Prima uomini e poi atleti, e il gruppo cresce

CASERTA. La Juvecaserta domenica ha disputato un ottimo test match in quel di Latina, che oltre per il semplice risultato che di questi tempi è più che altro superfluo anche se sicuramente aiuta ad accrescere l’autostima, è servito al tecnico toscano per capire che di fronte ha degli uomini prima che dei semplici giocatori. Il mercato portato avanti da parte del club di Pezza delle Noci è stato chiaro sin dall’inizio, si è deciso di puntare su atleti che mettessero grinta e combattività sul parquet, gettando il cuore oltre l’ostacolo. Queste erano le linee guida che si sono volute seguire per costruire il nuovo roster bianconero, e sembra proprio che si sia colpito in pieno.
FOTO DAL PROFILO INSTAGRAM DI ANDREA GHIACCI 
Dopotutto riuscire a giocare ben quaranta minuti di partita con quasi la stessa concentrazione ed intensità, e soprattutto dovendo fare a meno di giocatori importanti e fondamentali come Bobby Jones, Peyton Siva, Andrea Ghiacci, Dario Hunt e Micah Downs, che hanno allungato inesorabilmente la lista degli infortunati, non è davvero da tutti. Per questo coach Sandro Dell’Agnello può essere più che soddisfatto, sia per il risultato che naturalmente per la prestazione in generale dei suoi giocatori.
Il gruppo bianconero si sta consolidando, ed il segno lampante di ciò sono quelle istantanee rubate agli atleti mentre escono insieme per vivere la città di Caserta. Questo si è respirato al primo anno di Molin, ma purtroppo non l’anno scorso, quando proprio la coesione è stata una delle maggiori cause per quell’inizio orrendo di campionato. E sfruttando il lunedì libero vista l’amichevole domenicale, Andrea Ghiacci e Marco Giuri ne hanno approfittato per andare a visitare Vietri sul Mare, oltre che per fare un’ultimo bagno per questa estate. L’ex capitano bianconero ha caricato su Instagram questa foto che lo dimostra.
Giovanni Bocciero

domenica 6 settembre 2015

NUOVA STAGIONE. In Campania tante difficoltà economiche ed organizzative

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 07/09/2015

NUOVA STAGIONE. Anche quest’anno si sono registrate nove rinunce e due non iscrizioni
In Campania tante difficoltà economiche ed organizzative

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Un'altra stagione agonistica è alle porte, con le squadre senior e tante anche al giovanile che hanno ripreso gli allenamenti a pieno ritmo, ma le difficoltà sono purtroppo sempre dietro l'angolo. Ormai sono anni che si è ben capito che il basket in generale, ed in particolare quello della nostra regione, sta vivendo un periodo di vacche magre. E volendo paragonare le società cestistiche ai bovini, quanti di questi sono purtroppo morti strada facendo? I conti, a dire la verità, sono un po' sfuggiti, e non è certo un piacere raccontarlo. Per quanto riguarda questa stagione, i numeri dicono di nove rinunce (Magic Team Benevento, Cestistica Benevento, Basketorre 2009 Torre Annunziata e Partenope Napoli in Serie C, Basket Acerra ed S.B. Napoli Est in Serie D, Basket Casalnuovo, Centro Diana Maddaloni e Promobasket Marigliano in Serie B femminile) e due non iscrizioni (Delta Salerno in Serie C e Virtus Pontecagnano in Serie D).
IL PRESIDENTE FEDERALE MANFREDO FUCILE
Società che scompaiono e che purtroppo sono in buona compagnia. E la moria delle vacche non sembra ancora finita, perché i termini di iscrizione per il campionato di Promozione ancora non sono scaduti, e dalle notizie che trapelano, ci saranno sicuramente diversi forfait. Il motivo maggiormente evidenziato dagli addetti ai lavori sono le troppe spese legate allo svolgimento ed al mantenimento di una squadra, tra iscrizione al campionato, tasse gare e rimborsi agli arbitri, ma soprattutto i fatidici tesseramenti dei giocatori che costano quanto un occhi della testa man mano che si sale di categoria, oltre ovviamente ai compensi agli atleti che ormai soltanto alcuni club riescono seriamente a rispettare. Per inciso si stanno sempre più assottigliando diventando in pratica dei semplici rimborsi per la sola benzina. Di pallacanestro no si può vivere tranne se non si arriva al basket professionistico, e questo lo si sa, ma almeno un tempo aiutava a far quadrare i conti a quei giocatori che in regione avevano un certo pedigree.
Di conseguenza però, siamo ormai alla fine dell'estate e la Federbasket campana con a capo il presidente Manfredo Fucile, ha ancora qualche problemino per quello che riguarda gli organici e le formule dei diversi campionati. Ad esempio, sono state prorogate sino a ieri (6 settembre) le iscrizioni al campionato di Serie C femminile, visto che alla data ultima di luglio erano state soltanto sei le formazioni che avevano ratificato la loro partecipazione, ovvero Cestistica Ischia, Olimpia Capri, Basket Vomero Napoli, Virtus Melito, Azzurra Cercola e Basilia Potenza. Per quel che riguarda invece la Serie D, la rinuncia di settimana scorsa del Napoli Est ha costretto a riaprire la procedura per un ripescaggio. In realtà il girone in cui era inserita la squadra partenopea era composto da 13 team, e qualora non siano arrivate alcuna richiesta di ripescaggio il raggruppamento rimarrà tale e sarà generato un nuovo calendario per l’inizio del campionato.
Le difficoltà non si hanno soltanto per i tornei senior, dove l’assenza di sponsor e dunque di quella liquidità necessaria per sostenere tutte le spese si fa sentire in maniera evidentemente maggiore. Ma anche a livello giovanile non mancano le stesse identiche complicazioni, il più delle volte dovute anche a problematiche economiche ma non solo. Ad esempio, il campionato Under 18 Eccellenza aveva bisogno di un’altra formazione per completare l’organico richiesto da dodici squadre. E così dopo la chiusura delle iscrizioni a metà luglio, sono stati riaperti i termini per tutto il mese di agosto e sino al prossimo 10 settembre. Data ultima per presentare domanda d’iscrizione anche al campionato Under 16 Eccellenza, che dopo aver visto iscriversi le dodici squadre necessarie, ha visto settimana scorsa il ritiro della Scandone Avellino che ha optato per autoretrocedersi al torneo Elite. Decisione non maturata da difficoltà economiche, anche se in irpinia è soltanto di alcuni anni fa un episodio in cui gli stessi genitori si lamentarono della completa assenza del club. La decisione invece è maturata per una semplice questione di tasso tecnico, che comunque fa pensare.