venerdì 31 luglio 2015

SERIE C. Cedri a caccia degli ultimi innesti

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 01/08/2015

SERIE C. Tentato Roberto Simeoli è stato preso Alessandro Mastropietro
Cedri a caccia degli ultimi innesti

SAN NICOLA LA STRADA. L’ultimo fine settimana di settembre coinciderà con l’esordio in Serie C Silver per il San Nicola Cedri che ha tutta l’intenzione di stupire proprio come ha fatto nella passata stagione agonistica. La formula del campionato vedrà le sedici squadre partecipanti affrontarsi nel più classico girone all’italiana con partite di andata e ritorno, e soltanto al termine della regular season si potranno sapere i vari verdetti con retrocessione diretta per l’ultima e playout dalla 12esima alla 15esima. C’è da specificare che con la riforma attuata da quest’anno le vecchie C1 e C2 sono state unite in un unico torneo, ed in questa sorta di travisamento delle compagini questo nuovo campionato è diventato il quarto nella piramide gerarchica del basket nostrano ed il primo gestito non a livello nazionale bensì dalle federazioni regionali. Non è solo questa una novità, perché inoltre questa Serie C unica è stata praticamente suddivisa in girone Gold e girone Silver che non tutte le Regioni hanno. In Campania, ad esempio, vi è la sola C Silver che permetterà ad un certo numero di squadre di essere ammesse alla Fase Spareggi a livello interregionale per giocarsi le proprie chance di promozione in Serie B. In altre Regioni invece vi è anche il campionato Gold, come già detto, che permette alle squadre vincenti di poter festeggiare automaticamente la promozione, e stiamo parlando nello specifico di Lombardi che ha due promozioni, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte/Valle d’Aosta ed il Triveneto (Veneto/Trentino/Friuli) che invece ne avranno una ciascuna per un totale di sei promozioni dirette. Il Settore Agonistico della FIP comunicherà entro il 31 ottobre 2015 la formula della Fase Spareggi a cui saranno sottoposti tutti gli altri campionati regionali, e dalla quale dovranno uscire altre sei squadre promosse per rimpiazzare le dodici, tre team per girone, che retrocederanno dall’attuale Serie B.
Per quanto riguarda la formazione sannicolese di coach Piero Falcombello, ovviamente confermatissimo dopo quello che è riuscito a realizzare nello scorso campionato, si ripartirà dalla stessa ossatura del roster compresi l’ala Rino Tomasiello ed il pivot Giuseppe Capuano che sembrano aver avuto diverse offerte per la categoria. Per il momento un solo affare in entrata va registrato, ovvero quello della guardia tiratrice classe ‘95 Alessandro Mastropietro in arrivo dal San Michele Maddaloni con cui ha concluso la trafila delle giovanili ed è approdato in prima squadra con diverse presenze in Serie B. In realtà i Cedri hanno cercato di piazzare il colpo grosso tentando di accaparrarsi i servigi di Roberto Simeoli, che però ha preferito optare per la più vantaggiosa offerta pervenutagli dal Basket Vieste trasferendosi in Puglia dove oltre a giocare svolgerà anche il ruolo di preparatore fisico della squadra essendosi appena laureato. La dirigenza comunque non ha smesso di cercare dei rinforzi che possano essere utili alla propria causa: «Sicuramente siamo in cerca di un lungo - ha dichiarato il tecnico dei Cedri - mentre stiamo valutando se prendere o meno un ulteriore esterno. In quel ruolo potremmo dare fiducia a qualcuno dei giovani che è già con noi, come Avizzano o lo stesso Mastropietro, in attesa che rientri anche Tagliafierro dopo l’operazione al ginocchio. Abbiamo comunque - ha concluso coach Falcombello - altre trattative in corso d’opera».
Giovanni Bocciero

giovedì 30 luglio 2015

UNDER 14. Qualche sorriso per Terra di Lavoro

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 31/07/2015

UNDER 14. Diverse squadre hanno provato a superarsi senza riuscirci
Qualche sorriso per Terra di Lavoro

CASERTA. Per Terra di Lavoro il campionato Under 14 ha portato un risultato davvero prestigioso con la LBL Caserta che è riuscita a raggiungere il traguardo delle Finali nazionali disputate a Bormio. Ma non solo i rossoblu hanno preso parte al torneo di questa categoria, dove la nostra provincia ha visto ben tredici formazioni partecipanti di cui sei, ovvero Basket Casapulla, Virtus Curti, Juvecaserta, Drengot Aversa, Artus Maddaloni e proprio LBL a quello Elite, mentre Casapulla B, Polisport Maddaloni, Pall. Casagiove, Angel Marcianise, Centro MB Marcianise, Sinuessa Mondragone, Koinè San Nicola e Cedri San Nicola hanno disputato quello Regionale.
Per quanto riguarda l’Elite, Caserta ha dominato sin dall’inizio il girone tutto casertano chiudendo con il ragguardevole record di 9-1. A debita distanza Curti e Casapulla con 6-4 e Juvecaserta con 5-5 che sono comunque riuscite a qualificarsi per la Fase Promozione. Aversa e Artus hanno chiuso ultime con 2-8 e hanno avuto accesso alla Fase Consolazione. LBL dominante anche nella seconda fase dove ha chiuso al primo posto e ancora una volta con una sola sconfitta (9-1) essendo l’unica a qualificarsi per il Concentramento finale, mentre Curti, Casapulla e Juvecaserta si sono dovute accontentare della terza piazza nel rispettivo girone. Al PalaSilvestri di Salerno è andata in scena la Final Four che ha visto i rossoblu arrendersi soltanto ai padroni di casa della Scuola Basket nella finalissima. Risultato che ha comunque garantito la qualificazione alle Finali nazionali per la LBL che è giunta 23esima su 32 squadre. Vittoria per la Drengot Aversa nel girone di consolazione con un record di 8-2 mentre per l’Artus Maddaloni soltanto un quinto posto. Nel campionato Regionale poche soddisfazioni nonostante un avvio piuttosto lanciato. Angel Marcianise, Centro MB Marcianise e Sinuessa Mondragone hanno chiuso rispettivamente al secondo, terzo e quarto posto nel girone B qualificandosi per la Fase Gold del campionato dove nessuna è riuscita ad accedere ai quarti  con Mondragone rimasta fuori per la sola differenza canestri. Nessuna seconda fase per Polisport Maddaloni e Cedri San Nicola che chiudono rispettivamente all’ultimo posto del proprio raggruppamento, mentre Koinè San Nicola, Casapulla B e Pall. Casagiove accedono con record negativi alla Fase Silver dove la sola Casagiove riesce a staccare il pass per il Concentramento di qualificazione. I casagiovesi hanno addirittura ospitato al PalaNewSystem tale concentramento ma con due sconfitte contro Basket Pastena e Partenope Napoli si è di fatto fermata lì la loro cavalcata.
Giovanni Bocciero

martedì 28 luglio 2015

Salvatore Desiato rimarrà alla Pall. San Michele

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 28/07/2015

Salvatore Desiato rimarrà alla Pall. San Michele

La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica che rimarrà per un'altra stagione in casacca biancazzurra Salvatore Desiato. L'atleta maddalonese doc, classe '82, sarà per il quarto anno consecutivo il playmaker titolare della formazione della sua città, ritrovando tra l'altro l'allenatore con il quale è cresciuto cestisticamente e che lo ha lanciato, ovvero coach Giovanni Monda. Desiato rientra in quella elite dei migliori giocatori in circolazione nel campionato cadetto, e sarà ancora una volta il faro della compagine maddalonese al quale saranno chieste esperienza, intelligenza e leadership tanto sul parquet quanto nello spogliatoio. Con l'ultima stagione, il playmaker biancazzurro è arrivato a toccare la cifra di 87 presenze con indosso la casacca del San Michele Maddaloni.

FOTO AFFINITO
«Giocare un'altra stagione con la squadra della mia città sarà emozionante - ha esordito Salvatore Desiato -, soprattutto perché sin dalla fine del campionato la società mi ha dimostrato grande stima confermandomi a prescindere da chi fosse stato l'allenatore. E questa carineria nei miei confronti mi ha fatto davvero sentire apprezzato. Per quanto riguarda la nuova stagione invece, come lo sarà per la squadra anche per me il girone C è una grande novità, non avendo mai avuto occasione di salire verso Roma per giocare. Al momento dare un giudizio sulle avversarie è prematuro anche perché il mercato deve ancora essere completato un po' per tutte, anche se diversi club stanno allestendo roster molto competitivi. Credo che rispetto al girone D questo sarà un raggruppamento dove varrà meno la fisicità e molto di più la tecnica, ma è tutto da scoprire. Sicuramente partire con una serie di vittorie e creare la giusta mentalità vincente saranno fondamentali. Con coach Giovanni Monda c'è un rapporto davvero particolare - ha raccontato il giocatore maddalonese - perché mi ha cresciuto. È stato il primo che mi ha messo il pallone da gioco in mano e diciamo che ho fatto parte di quel gruppo che ha fatto da apripista per tutti i giocatori di categoria che sono usciti sotto la sua guida. Se sono riuscito ad arrivare a giocare su questi palcoscenici è soprattutto merito suo, che ha sempre fortemente creduto in me. Fin quando lui ha allenato a Maddaloni posso dire che sono stato il playmaker delle sue squadre, giovanili o senior che fossero, mi ha fatto esordire sedicenne in Serie C e mi ha sempre responsabilizzato. Dovremo adesso adeguarci alla sua pallacanestro che sarà differente rispetto a quella che abbiamo giocato sino allo scorso anno, ma le linee guida mi sembrano piuttosto chiare - ha concluso Desiato -, ovvero avere un paio di giocatori esperti che facciano da chioccia ad un gruppo di giovani che portino agonismo e freschezza».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

lunedì 27 luglio 2015

GIOVANILI. Quattro squadre casertane nei tornei Eccellenza

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 28/07/2015

GIOVANILI. Nelle diverse categorie sono iscritte Juvecaserta, San Michele, One Team e Virtus Curti
Quattro squadre casertane nei tornei Eccellenza

CASERTA. La Federbasket campana ha reso note le squadre che parteciperanno ai campionati giovanili d’Eccellenza delle categorie Under 18, Under 16 ed Under 15. I termini d’iscrizione a tali campionati sono scaduti più di una settimana fa, e tenuto conto delle Disposizioni Organizzative Annuali, sia nazionali che regionali, in vista della stagione agonistica 2015/16 sono stati accertati i requisiti di ciascuna società che ha fatto regolare domanda d’ammissione. Ma andiamo nel dettaglio di ogni singola categoria, aspettando i comunicati della federazione riguardanti le date e le formule di svolgimento, che dovranno tener conto delle direttive provenienti dal Settore Agonistico della FIP.
MADDALONI VS CURTI AL CONCENTRAMENTO U15 (FOTO AFFINITO)
Per l’Under 18 Eccellenza vi saranno undici formazioni al via, ovvero le casertane Juvecaserta che lo scorso anno si qualificò per la fase Interzona, San Michele Maddaloni che partecipò al Concentramento finale del PalaDelMauro di Avellino, e One Team Basket nata dalla fusione tra Basket Casapulla ed LBL Caserta, l’unica formazione lucana del Nuovo Basket Potenza, e poi Scandone Avellino, Virtus Benevento che ha unito le forze con l’altra realtà sannità della Cestistica Benevento, Polisportiva Battipaglia, Basket Scafati che ha avviato una collaborazione tecnica con il Kouros Napoli, e le partenopee ViviBasket Napoli, Virtus Pozzuoli e Vesuvius Cercola.
Per l’Under 16 Eccellenza invece, tra le dodici società ammesse vi sono le casertane San Michele Maddaloni e Virtus Curti che ripartiranno dal Concentramento finale centrato nella passata stagione e disputato presso il Pala Angioni-Caliendo, con Curti giunta sino allo spareggio Interzona perso contro la Fortitudo Bologna, oltre a Juvecaserta e One Team Basket, alle napoletane Athletic System San Giorgio, Nuova Pol. Stabia, Virtus Pozzuoli e Vesuvius Cercola, alle avellinesi Del. Fes. e Scandone, all’Invicta Potenza ed al Basket Scafati.
Infine per l’Under 15 Eccellenza le formazioni partecipanti saranno dieci, ovvero le rappresentanti di Terra di Lavoro della Juvecaserta, della Virtus Curti e del One Team Basket che potrà contare sul gruppo della LBL Caserta appena tornato dall’avventura alle Finali nazionali Under 14 di Bormio chiusa al 23esimo posto su 32 partecipanti, a Del. Fes. Avellino, Scandone Avellino, Scuola Basket Salerno, Kouros Napoli, ViviBasket Napoli, Vesuvius Cercola e Torre del Greco Basket.
Giovanni Bocciero

domenica 26 luglio 2015

Juvecaserta tra mercato ed assemblea dei soci

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 27/07/2015

LEGA A. Mercoledì una data importante per il ripescaggio mentre la dirigenza continua a sondare giocatori
Juvecaserta tra mercato ed assemblea dei soci

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Questa settimana sarà particolarmente piena d’impegna per la dirigenza della Juvecaserta, che sarà impegnata tra il preparare tutta la documentazione per rettificare l’ammissione alla prossima Serie A, ed ovviamente la campagna acquisti che non può aspettare un secondo di più. Mercoledì 29 luglio vi sarà la tanto attesa Assemblea dei soci che rivedrà seduti allo stesso tavolo, ammesso non ci siano imprevisti, il patron Lello Iavazzi e l’ex presidente Carlo Barbagallo, proprietari rispettivamente del 90% e del 10% delle quote societarie. Spetterà a loro dare l’ok definitivo per espletare tutta la documentazione del caso in favore del ripescaggio nella massima serie.
PATRON LELLO IAVAZZI
Detto ciò, dopo il fine settimana di riposo in cui comunque il telefono era raggiungibile per qualsiasi evenienza, il front office bianconero ha ripreso tutte le trattative in essere soprattutto per quel che riguarda l’ultima tessera del mosaico dei giocatori italiani e per  gli stranieri. Messa una pietra sopra con Gabriele Ganeto, praticamente sedotto ed abbandonato, ed accantonato Bernardo Musso che è ancora in trattativa per il rinnovo con Pesaro, per il ruolo di ala piccola sarebbe ballottaggio tra Andrea Ghiacci e Giovanni Severini. L’ex capitano bianconero sarebbe contentissimo di ritornare a giocare all’ombra della Reggia dopo sette anni dalla sua ultima apparizione, oltre a portare in dote a coach Sandro Dell’Agnello esperienza, difesa ed abnegazione al lavoro. L’altro invece è un giovane prospetto classe ‘93 di scuola Mens Sana Siena ma che negli ultimi due anni ha militato in Serie A con la Scandone Avellino, ed avrebbe il neo dirigente Antonello Nevola che in questo caso potrebbe fargli senz’altro un buon ufficio.
Più vasto e più intrigato invece il mercato degli stranieri, più precisamente degli americani, dove la Juvecaserta dovrebbe pescare playmaker, ali e pivot titolari oltre ad una guardia che si dovrà alternare con Daniele Cinciarini. Se ci fossero ancora dubbi insomma, la formula del roster per cui opterà Caserta è quella del 5+5. Assodato anche questo piccolo ma importante dettaglio, analizziamo ruolo per ruolo le varie trattative che sta portando avanti il club di Pezza delle Noci. Per quanto riguarda il playmaker l’unica pista percorribile fino a questo momento era quella che portava a Josh Mayo, ma i rapporti iniziati praticamente il giorno dopo la notizia del ripescaggio si sono andati raffreddando e dunque non è certo che sia la prima, ed unica scelta. Per quanto riguarda gli spot di ali ci sono diversi nomi in ballo. Tramontato Aaron White, che poteva ritornare utile anche come centro, potrebbe comunque avere un ritorno di fiamma se il mercato si facesse complicato e se il giocatore non si fosse ancora accasato altrove. Seguito con grande interesse è sempre Greg Whittington, l’ala forte messosi in evidenza all’ultima Summer League di Las Vegas ma qui è soprattutto la volontà del giocatore a contare visto che vuole giocarsi tutte le sue chance NBA e strappare un contratto almeno per il training-camp prima di decidere cosa fare del suo futuro. Nelle ultime ore sono salite le quotazioni che portano a Ralston Turner, appena uscito da North Carolina State con cui è stato protagonista della cavalcata all’ultimo Torneo NCAA. Il suo profilo sarebbe adatto per ricoprire il ruolo di ala piccola visto che ha atletismo, versatilità e ottimo tiro dalla lunga distanza. Se non dovesse essere lui, la Juvecaserta avrebbe pronto anche il piano B, che porta il nome ed il cognome di Trey McKinney-Jones, giocatore esplosivo che è stato allenato all’Università di Miami da coach Jim Larranaga, padre del cecchino Jay visto in maglia bianconera, che ha concluso l’ultimo anno in D-League con la casacca dei Fort Wayne Mad Ants dopo che l’esperienza francese al Gravelines non è andata particolarmente bene.
Accostato alla Juvecaserta è anche l’ex Virtus Roma Bobby Jones, statunitense ma con passaporto della Guinea Equatoriale, dunque Cotonou, che rimarrebbe volentieri in Italia dopo che sulle sue tracce c’è stata anche Avellino diversi giorni fa. Si stringerà anche per il ruolo di pivot dove la scelta è praticamente tra due candidati: Linton Johnson oppure Vitalis Chikoko. Johnson sono anni che sembra essere nel mirino della società casertana, ma con molta probabilità neanche questa estate si concluderà nulla. A coach Dell’Agnello non convince soprattutto la carta d’identità e di conseguenza la tenuta atletica e fisica. E allora ecco che è spuntato iChikoko, lungo nativo del Zimbabwe che ha appena rescisso con Reggio Emilia. Sul pivot che militava in Germania al TBB Trier sembra forte la Pistoia di coach Enzo Esposito, che oltre ad ingaggiare Ronald Moore vorrebbe riportare nel Bel Paese anche Chris Roberts, ma è valutato anche da Varese. Insomma c’è un po’ di concorrenza da dover battere. Infine, si è vociferato di una trattativa con la guardia Alex Acker, che nel suo curriculum vanta esperienze con Olympiakos, Barcellona, Milano e ad Istanbul. A noi non risulta nessun tipo d’interesse nonostante i più facciano questo nome. In tal caso, Acker dovrebbe occupare la tessera della guardia di riserva, e sinceramente sarebbe un bel colpo per la panchina.

Maddaloni a caccia degli ultimi tasselli: un tiratore e due lunghi

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 27/07/2015

SERIE B. Questo pomeriggio il San Michele conoscerà il proprio calendario in cui affronterà team toscani, laziali, campani, molisani e siciliani
Maddaloni a caccia degli ultimi tasselli: un tiratore e due lunghi

MADDALONI. Con oggi inizia una settimana piuttosto importante e decisiva per la Pallacanestro San Michele, che con il ritorno in città di coach Giovanni Monda che come ogni estate ha preso parte all'EuroCamp di Cesenatico si cercherà di stringere il cerchio per quel che riguarda il roster che parteciperà al campionato di Serie B nella prossima stagione agonistica. La società di patron Andrea De Filippo nonostante il cambio della guida tecnica ha riconfermato quasi in toto lo zoccolo duro che ormai da anni sta scrivendo pagine importanti, dalla trionfale cavalcata in Serie C2 con trentasei vittorie in altrettanti gare disputate e l'accoppiata campionato e coppa messa in bacheca, all'esordio in un torneo nazionale come quello della DNC con conseguente vittoria dei playoff e promozione al primo tentativo, terminando con quella striscia d'imbattibilità del Pala Angioni-Caliendo durata per ben quaranta partite consecutive in due anni esatti e le ultime due stagioni disputate in Serie B con il raggiungimento, sempre, della post season. Successi e traguardi che è giusto ricordare, non per vivere soltanto di ricordi o il passato, ma perché devono essere da sprone per mirare sempre ad obiettivi maggiori.
FOTO AFFINITO
Adesso si è deciso di voltare pagina, ma gli autori saranno per gran parte sempre gli stessi, dal capitano Nino Garofalo all'esterno Francesco Chiavazzo passando per il pivot Luciano Rusciano. Un'altra stagione con la casacca biancazzurra la vivrà anche il giovane playmaker Giovanni Marini, così come si proverà a svezzare del tutto il prodotto del vivaio Ivano Ragnino. Nei prossimi giorni arriverà l'ufficialità della conferma anche per il maddalonese doc Salvatore Desiato, con il quale ormai si è ai dettagli, e considerando fin qui l'unico acquisto che risponde al nome dell'ala italo-argentina Juan Manuel Caceres, sono praticamente tre i pezzi mancanti allo scacchiere calatino.
Le “x” da sostituire con nome e cognome si trovano precisamente sugli esterni, dove si è in cerca possibilmente di un tiratore puro che possa così integrarsi con i compagni di reparto ed offrire diverse soluzioni tecniche all'allenatore, e ben due nel pacchetto lunghi, dove saranno inseriti un'ala grande ed un ulteriore centro di ruolo che garantiscano un giusto minutaggio alle rotazioni. La dirigenza in comune con lo staff tecnico non sta scartando alcun profilo, nel senso che tali innesti potranno essere indifferentemente atleti con esperienza in questa categoria così come giovani che devono consolidarsi nel campionato cadetto oppure che affronteranno la loro prima avventura a livello senior, tenendo conto che con Marini e Ragnino in pianta stabile nei dieci a referto dovrà essere almeno un altro l'under obbligatorio per regolamento (della classe '95 o successive) da dover inserire.
Oggi pomeriggio intanto, la Lega Nazionale Pallacanestro, in accordo con il Settore  Agonistico della FIP, renderà noti i calendari sia della Serie A2, a partire dalle ore 15:00, e a seguire quello della Serie B, che prevede quattro gironi da sedici squadre ciascuno. Il San Michele Maddaloni, come è ben noto già da circa un mese, è stato inserito nel raggruppamento C che comprenderà formazioni laziali, campane, molisane, siciliane e toscane dopo il ripescaggio di Empoli. Da evidenziare come quest’anno sia stata prevista una suddivisione longitudinale ovest ed est, dato che il girone D comprende squadre marchigiane, abruzzesi e pugliesi, piuttosto che nord e sud. Inoltre, dopo l’esclusione dalla A2 di Napoli ed il conseguente ripescaggio di Agropoli, in attesa della ratifica, nel calendario che oggi sarà stilato sarà presente una “x” proprio per identificare la squadra del capoluogo partenopeo.
Giov.Bocc.

SERIE D. S.Maria a Vico a rischio, cambiano coach Curti e Koinè, Parete: nuovo sponsor

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 27/07/2015

SERIE D. Cambiano gli head coach per la Virtus Curti ed il Koinè San Nicola
Santa Maria a Vico a rischio
Nuovo sponsor per il Parete

di Giovanni Bocciero

CASERTA. La Federbasket campana ha reso note le squadre che parteciperanno al prossimo campionato di Serie D. Saranno ventisette le formazioni al nastro di partenza, considerando che il Basket Acerra ha ufficialmente rinunciato a partecipare nonostante avesse il diritto, mentre la Virtus Pontecagnano non si è proprio iscritta. Cinque saranno le rappresentanti di Terra di Lavoro, ovvero Basket Casapulla, Basket Parete, Virtus Curti, Pall. Santa Maria a Vico e la neopromossa Koinè San Nicola la Strada. Prima di soffermarci singolarmente sulle compagini casertane, diamo un'occhiata all'elenco completo delle partecipanti: Sporting Club Torregreco, Meomartini Benevento, Pro Cangiani Napoli, Gruppo Sportivo Minori, Basket Mugnano, Cestistica Ischia, Centro Sportivo Secondigliano, Sporting Club Ercolano, Basket Bellizzi, Sporting Portici, C.A.B. Solofra, Pall. Capo Miseno Bacoli, Pik and Roll 9 Pozzuoli, Sammaritana Basket e Aster Saviano, le ripescate A.S. Roccarainola, Promobasket Marigliano, Nuova Pall. Sarno, Scuola Basket Napoli Est, Uisp Simeon Nocera Inferiore ed infine la Partenope Napoli ed il Basketorre 2009 Torre Annunziata che hanno ottenuto l'auto retrocessione visto che dovevano partecipare al campionato di Serie C. 
COACH CIRO CIARAVOLO
Per quanto riguarda le formazioni casertane, Parete disputerà sicuramente il campionato grazie alle risorse economiche provenienti dal nuovo sponsor, il Centro Diagnostico Pasteur di Raffaele Picone che ha permesso di fatti l'iscrizione alla squadra dell'agro aversano. Per quanto riguarda il roster invece, ci sono molte incertezze e qualche sicurezza. Innanzitutto per il terzo anno consecutivo la guida tecnica è affidata a coach Luciano Ciccone, che sta lavorando per confermare diversi giocatori della passata stagione e trovarne alcuni in determinati ruoli che possano così puntellare la squadra, ma non è certamente semplice. Situazione invece completamente in standby a Santa Maria a Vico, dove la società deve risolvere delle problematiche di natura economica prima di poter definire il budget a propria disposizione. Ovviamente questo fa si che la programmazione della nuova stagione sia tutta in salita. La dirigenza vicana ha tutta la voglia di essere ancora una volta competitivi, e per questo farà di tutto per confermare in primis il tecnico Ciro Ciaravolo e poi tutto il nucleo di atleti che nella passata annata ha raggiunto la clamorosa finale per la promozione in Serie C.
Nessuna grande novità invece in casa Basket Casapulla, dove il gruppo del presidente Renzo Lillo è più che affidabile. Dopotutto la formazione della via Appia viene da due campionati in cui ha recitato la parte da protagonista con due promozioni sfiorate e mancate soltanto perché sulla strada dei gialloviola sono capitate due corazzate come il C.A.P. Nola due stagioni or sono e la Polisportiva Battipaglia in quella appena passata. La Virtus Curti invece affronterà la prossima stagione con un roster formato quasi per intero da ragazzi del proprio settore giovanile. Rientrarà dopo l’avventura in quel di Cassino nel campionato di Serie B Marco Busico, così come altri atleti che andranno ad affiancare quelli che già hanno lottato nella passata annata per questi colori. Inoltre sarà aggregato al gruppo anche l’ex Capua Giosuè Violante e si proverà ad inserire un’ulteriore giocatore nello spot di ala forte. La novità più importante riguarda la panchina, dove a ricoprire i gradi di head coach non sarà più Federico d’Addio, che si dedicherà esclusivamente al vivaio ed al progetto giovani con le altre società del consorzio, e il suo posto sarà preso da Daniele Della Valle, scelta comunque “in casa”. Infine vi è il debuttante Koinè San Nicola la Strada, che dopo la storica promozione ha dovuto registrare l'addio di coach Ernesto Fiorillo. Il timone della guida tecnica dovrebbe passare nelle mani di Antonio Merola, che dovrebbe ripartire dalla solida base di giocatori per centrare una tranquilla salvezza.

sabato 25 luglio 2015

Per la Juvecaserta c’è un ritorno di fiamma

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 26/07/2015

LEGA A. La società di Pezza delle Noci corteggia l’ex capitano bianconero Andrea Ghiacci
Per la Juvecaserta c’è un ritorno di fiamma

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Come spesso accade, il mercato è fatto di attimi, occasioni, intrecci e conseguenze. Il mercato non è affatto una scienza esatta, lo si può idealizzare, programmare, ma può anche realizzarsi in modo diverso da quello che si era studiato a tavolino. E allora può anche darsi che lo stesso mercato apra delle strade che mai e poi mai sembravano che potessero essere battute. Per il momento la Juvecaserta sembra ferma alla finestra, dopo aver gettato le basi per il parco italiani con gli ingaggi in successione di Marco Giuri, Daniele Cinciarini, Valerio Amoroso e Tommaso Ingrosso.
Su Amoroso la piazza ha certamente storto il naso, e si è fatta sentire già sui social network pur se mostrando una sorta di apertura alle tante critiche che nei giorni precedenti si erano alimentati. Ed è così che dall’oggi al domani inizia ad essere battuta anche la strada che porta all’ex capitano bianconero Andrea Ghiacci, che di certo non si è lasciato in modo ottimale con il club di Pezza delle Noci dopo aver conquistato la promozione in massima serie. Il mercato però sembra aver stabilito quei legami adatti per far ritornare l’ala all’ombra della Reggia, dopo che dal suo addio ha girato un po’ l’Italia da nord a sud, da Casale Monferrato alla Sicilia (Barcellona Pozzo di Gotto e Trapani) per concludere a Scafati, dove ha avuto due diverse apparizioni. Una nota a margine ma comunque da raccontare, accaduta più di un mese fa, ha visto proprio il bolognese prossimo a rivestire la casacca bianconera su quei social network, oggi primo mezzo di comunicazione. Alcuni tifosi commentavano, e logicamente criticavano, la stagione appena terminata con la retrocessione. Si parlava anche del futuro, che appariva nebuloso non solo per la categoria ma anche per le solite difficoltà economiche che si paventavano all’orizzonte. Tra mille frasi scettiche, apparve un commento inaspettato,  che non capiva tutte queste opinioni negative, ed era proprio l’ex capitano Ghiacci. Un amore forse mai finito per l’ala che sembra ormai in procinto di ritornare a Caserta. Una piazza che lo ha amato, lo ha fatto sentire importante, ma lo ha anche bistrattato troppo in fretta.

La Pall. San Michele conferma anche Luciano Rusciano

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 25/07/2015

La Pall. San Michele conferma anche Luciano Rusciano

FOTO AFFINITO
La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica un'altra gradita conferma, visto che continuerà a vestire la casacca biancazzurra anche per la prossima stagione il giocatore Luciano Rusciano. Il pivot napoletano purosangue, classe 1983, è ormai un punto cardine della formazione del comune delle "Due Torri" dato che per lui questa sarà la quinta stagione che militerà a Maddaloni. In totale conta 123 presenze in partite ufficiali, e la sua abnegazione al lavoro unita all'esperienza acquisita sui parquet della Serie B faranno si che possa essere ancora una volta grande protagonista con la maglia del San Michele indosso. Si va così completando man mano lo scacchiere maddalonese al quale ormai mancano davvero poche pedine in vista della nuova stagione, che vedrà la compagine calatina militare per il terzo anno consecutivo nel campionato cadetto e per la prima volta inserita nel Girone C.

«Sono contentissimo di restare per il quinto anno consecutivo - ha esordito Luciano Rusciano - e pronto ad affrontare la nuova stagione con tanto entusiasmo. Non conosco tecnicamente e tatticamente la pallacanestro del neo coach Giovanni Monda, ma sono sicuro che non ci saranno particolari difficoltà ad assimilare la sua idea - ha concluso il lungo biancazzurro - di basket giocato».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

Mercato Juvecaserta, si continua a tessere la rete

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 25/07/2015

LEGA A. La società è vigile su piazza affari ma per il momento non c’è nulla di concreto
Mercato Juvecaserta, si continua a tessere la rete 

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Con la Juvecaserta impegnata nella campagna acquisti, capitano anche dei piccoli incidenti di percorso, se così vogliamo chiamarli. Infatti, alla società di Pezza delle Noci ed alla Ticketteria, il punto vendita ufficiale del club bianconero, sono giunte richieste di persone che hanno dichiarato di aver vinto un abbonamento gratuito alla prossima stagione agonistica partecipando ad un’apposita iniziativa apparsa sull’immenso, e spesse volte fraudolento, mondo del web. La Juvecaserta, appresa tale notizia, ha ritenuto opportuno e doveroso precisare che nessuna iniziativa del genere è stata mai intrapresa dalla società, né è stata autorizzata per via di terzi, e dunque a tal proposito si invitano i tifosi bianconeri a diffidare di tali iniziative. Aperta e chiusa tale parentesi per nulla positiva, a partire dalla società che vede la sua immagine utilizzata da altri e per fini ingannevoli, ai malcapitati tifosi che si sono ritrovati coinvolti, catapultiamoci nelle nuove faccende del mercato.
ANTONELLO NEVOLA
In realtà non ci sono grandi movimenti da registrare in tal senso, visto che il front office casertano, che si è appena arricchito con Antonello Nevola, sta lavorando certamente in modo assiduo, ma piuttosto sottotraccia. Per quanto riguarda il mercato americano, detti dei vari Mayo, Whittinghton e White, nomi usciti nei giorni scorsi, ancora non si è deciso di affondare il colpo. Come più volte detto da club e head coach però, quello della scelta degli americani sarà lasciata un po’ per ultima soprattutto per via del fatto che il ventaglio delle scelte è oggettivamente vasto. Se per gli stranieri si attenderà, ci si guardare molto bene intorno prima di mettere nero su bianco sui contratti, possiamo senza dubbio affermare che l’affare Gabriele Ganeto è del tutto saltato. L’esterno ex Napoli che sembrava ad un passo dalla Juvecaserta non rientra più nei piani dello staff tecnico casertano. Però quando si parla di mercato è bene ricordare il detto “mai dire mai”.
Il fine settimana non dovrebbe, comunque, portare in dote delle novità di mercato a tinte bianconere, anche se non si smetterà di trattare e di tenere il telefono a portata di mano, perché dopotutto l’affare potrebbe spuntare all’improvviso, ed è bene farsi trovare pronti per coglierlo.

SERIE B. Il campionato scatterà il 27 settembre mentre ritornano i playout

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 25/07/2015

SERIE B. Il campionato scatterà il 27 settembre mentre ritornano i playout

Di recente la LNP ha comunicato la formula del campionato di Serie B 2015/16, al quale parteciperà per il terzo anno consecutivo il San Michele Maddaloni, che scatterà il prossimo 27 settembre 2015 e poi con cadenza perfetta di una partita ogni sette giorni si arriverà a dicembre inoltrato. Come lo scorso anno, abolita la sosta per le festività natalizie, dove in 17 giorni saranno disputate quattro gare (20 e 27 dicembre 2015, 3 e 6 gennaio 2016), con il turno della Befana che coinciderà con la prima giornata di ritorno. Domenica 10 gennaio 2016 si riposerà per dare spazio all’All Star Game della Lega. Si ritornerà in campo normalmente il 17 gennaio 2016, e poi regolarmente ogni sette giorni, con un turno infrasettimanale previsto per giovedì 18 febbraio 2016. Nel weekend dal 4 al 6 marzo 2016 si disputerà la Coppa Italia, con conseguente riposo per le formazioni non partecipanti, mentre il 27 marzo 2016 si osserverà il riposo per le festività pasquali. La regular season si concluderà domenica 23 aprile 2016, e subito dopo inizierà la post season con le date che saranno successivamente comunicate dalla stessa LNP. Da ricordare che lunedì prossimo, 27 luglio, a Roma saranno diramati nel primo pomeriggio i calendari di B, che vedranno per la prima volta Maddaloni inserita nel girone C. Al termine della stagione regolare, le squadre classificate dal 1° all’8° posto accederanno ai playoff; le squadre classificate dal 12° al 15° posto disputeranno i playout; la squadra classificata al 16° posto retrocederà in Serie C; mentre le rimanenti squadre (9°, 10° e 11°) non giocheranno ulteriori partite. I quarti di finale dei playoff si disputeranno al meglio delle tre gare, con gara1 e l’eventuale gara3 che si giocheranno in casa della squadra che ha ottenuto la miglior posizione al termine del campionato. Le semifinali e la finale si disputeranno invece al meglio delle cinque gare, con gara1, gara2 ed eventuale gara5 da giocarsi in casa della squadra che ha ottenuto la miglior posizione in regular season. Sarà ammessa allo spareggio promozione, che si terrà in campo neutro, la sola squadra vincitrice dei playoff insieme alle altre tre degli altri rispettivi gironi. Le squadre classificate dal 12° al 15° posto accederanno invece ai playout, che dopo un paio di stagioni ritorneranno. Tali playout si disputeranno al meglio delle cinque gare, con gara1, gara2 ed eventuale gara5 che si giocheranno in casa della squadra che ha ottenuto la migliore classifica al termine della fase di qualificazione. Le due squadre perdenti retrocederanno, insieme alla 16° classificata, in Serie C.
Giov.Bocc.

venerdì 24 luglio 2015

La Pall. San Michele rinnova con Francesco Chiavazzo

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 24/07/2015


La Pall. San Michele rinnova con Francesco Chiavazzo

La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver prolungato per un'altra stagione il rapporto con l'atleta Francesco Chiavazzo. Il giocatore nativo di Angri e classe 1987, è il quinto pezzo del puzzle maddalonese per la prossima annata dopo le conferme di Nino Garofalo, Giovanni Marini ed Ivano Ragnino, e l'acquisto di Juan Manuel Caceres. Chiavazzo veste la casacca biancazzurra dalla stagione 2011/12, dal trionfale campionato di Serie C2 dove si rivelò un'aggiunta preziosa essendo arrivato in corso d'opera, ed è diventato ormai un beniamino del Pala Angioni-Caliendo. Conta allo stato attuale 114 presenze in gare ufficiali con la compagine di patron Andrea De Filippo, e la sua velocità, la sua rapidità, il suo atletismo faranno nuovamente comodo ai colori biancazzurri.

FOTO AFFINITO
«Giocare un altro anno a Maddaloni è per me un estremo orgoglio - ha esordito Francesco Chiavazzo -. Non è da tutti riuscire a trovare una società con la quale c'è sintonia, affetto e stima reciproca. Oramai è il mio quinto anno e posso affermare di sentirmi a casa. Spero come ogni stagione di poter dare il massimo, in più spero con la mia squadra di poter far divertire il pubblico che verrà al palazzetto e magari regalargli qualche soddisfazione. Coach Giovanni Monda arriva dopo tre anni di coach Massimo Massaro, che saluto calorosamente visto che tra noi c'è un affetto che va oltre al basket. Non conosco bene Giovanni, anche se quest'anno ci siamo incrociati sul campo d'allenamento spesso, ma credo che se c'è comunione di intenti e voglia di fare cose che ho notato nelle poche chiacchiere che abbiamo scambiato - ha concluso l'esterno biancazzurro -, possiamo avere un anno ricco di soddisfazioni».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

giovedì 23 luglio 2015

UNDER 15. Ad un soffio dai traguardi per Terra di Lavoro

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 24/07/2015

UNDER 15. Le formazioni casertane si sono ben distinte perdendosi però nel finale
Ad un soffio dai traguardi per Terra di Lavoro

CASERTA. Nell'ultimo campionato Under 15 per Terra di Lavoro si è registrato un ottimo cammino per diverse formazioni, le quali però giunte forse sul più bello non sono riuscite a compiere quell'ulteriore step che avrebbe potuto far diventare la stagione davvero positiva. Iniziamo con il dire che erano ben quindici i team coinvolti, di cui quattro ai nastri di partenza del torneo Eccellenza con Juvecaserta, San Michele Maddaloni, Virtus Curti e Basket Casapulla, mentre le restanti ovvero Artus Maddaloni, Pall. Santa Maria a Vico, Angel Marcianise, Kioko Caserta, Ellebielle Caserta, Aics  Basket Caiazzo, Orta Sport, Polisportiva Albanova, C.B. Mondragone, Basket Succivo e Basket Parete hanno preso parte al campionato Regionale.
Andando per ordine, partiamo dall'Eccellenza dove Maddaloni e Curti hanno dimostrato di essere ben equipaggiate per il livello del campionato raggiungendo entrambe il Concentramento finale. La Virtus è riuscita a chiudere già la prima fase con ottime chance di qualificazione, e infatti nella seconda si è quasi limitata a controllare il vantaggio acquisito sulle dirette avversarie. Il San Michele invece dopo un inizio un po' traballante ha ingranato la marcia giusta consolidando la seconda piazza nella fase ad orologio, dove ha battuto tra le mura amiche i cugini di Casapulla e Juvecaserta per poi andare ad espugnare Curti che ha di fatto sancito la qualificazione. Juvecaserta e Casapulla invece, hanno rispettivamente chiuso al terzo e al quarto posto il loro girone mancando l'accesso alla fase conclusiva. Il Concentramento finale si è disputato al Pala Angioni-Caliendo di Maddaloni ed oltre alle due rappresentanti casertane vi hanno partecipato anche le due favorite Nuova Pol. Stabia e Del. Fes. Avellino. Pronostici delle semifinali rispettati, e così Maddaloni e Curti si sono giocate il terzo posto che garantiva l'ultimo accesso alla fase Interzona. Dopo un match vibrante è stata la Virtus a staccare il pass, ed allo spareggio gli è toccato un osso duro come la Fortitudo Bologna che non ha fatto sconti.
Per quanto riguarda invece il campionato Regionale, nel girone A l'Artus Maddaloni si è classificata seconda dietro alla Pallacanestro Baiano per via soltanto della differenza canestri, mentre al terzo posto è giunta Santa Maria a Vico staccata di una sola vittoria. In basso, precisamente settima, l'Angel Marcianise unica casertana di questo raggruppamento a non qualificarsi alla seconda fase Gold bensì a quella Silver. Per quanto riguarda il girone B invece, che era composto da tutte formazioni di Terra di Lavoro, a guardare tutti dalla cima della classifica è stato il Kioko Caserta, seguito nell'ordine da Ellebielle, Casapulla e Juvecaserta, tutte e quattro approdate alla fase Gold. Aics Caiazzo, per via soltanto della differenza canestri con la Juvecaserta, Orta di Atella, Polisportiva Albanova e Virtus Curti invece si sono classificate per la fase Silver. In fondo alla graduatoria il C.B. Mondragone, il Basket Succivo ed il Basket Parete che hanno terminato lì il loro campionato. Nella seconda fase, sia in quella Gold che in quella Silver, le rappresentanti casertane hanno steccato amaramente. Addirittura, sulle undici partecipanti soltanto il Kioko Caserta è riuscito a chiudere il gironcino a sei squadre (gare di sola andata) con un record positivo di tre vittorie e due sconfitte, che comunque non gli è valso la qualificazione ai quarti di finale. Un peccato davvero, perché per come si stavano comportando le compagini casertane almeno nella prima fase si poteva puntare a fare qualcosina in più. Questo serve comunque a crescere per migliorarsi.
Giovanni Bocciero

mercoledì 22 luglio 2015

La Juvecaserta cala il terzo acquisto del mercato

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 23/07/2015

LEGA A. La società di Pezza delle Noci adesso segue con grande interesse l’ala Greg Whittington
La Juvecaserta cala il terzo acquisto del mercato

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Con la proroga da parte della Federbasket e della Lega al prossimo 4 agosto per espletare tutte le faccende burocratiche del caso, la Juvecaserta si è messa immediatamente al lavoro per la campagna acquisti con la quale bisognerà costruire il roster che prenderà parte al prossimo campionato di Serie A. E la dirigenza casertana ha subito messo a segno il colpo che porta il nome di Valerio Amoroso. L’ala partenopea non gode certamente di grande fama all’ombra della Reggia, e allora adesso spetterà alla tifoseria di fede bianconera accettare o meno questo ingaggio. Il consigliere e “direttore sportivo” Rosario Caputo ha presentato il giocatore sottolineando che c’è bisogno di giocatori combattivi e che da avversari possono anche sembrare dei gradassi. Sicuramente l’identikit non è sbagliato, così come non è sbagliato dire, e pensare, che Amoroso la maglia la suderà sempre e comunque quando scenderà in campo.
E dunque dopo Marco Giuri e Daniele Cinciarini, il club di Pezza delle Noci cala il terzo acquisto di questo mercato. Per un nuovo giocatore che arriva, forse c’è da registrare uno che non interessa più. Infatti, il front office bianconero sembra aver fatto un passo indietro con Gabriele Ganeto, l’ala piccola che avrebbe fatto comodo alla Juvecaserta se avesse disputato il prossimo campionato di A2, ma che nella massima serie forse non è poi così importante. Di certo le due parti avevano trovato già da tempo l’accordo su tutto, e mancava soltanto l’ufficialità da parte della società di patron Lello Iavazzi. A questo punto la trattativa sembra davvero saltata. Ma mai dire mai.
L’interesse di Caserta sembra adesso spostato sull’ala grande Greg Whittington (207 cm), che ha disputato l’ultima Summer League di Las Vegas con i Miami Heat, facendo registrare 13.2 punti, 8.2 rimbalzi e 1.6 stoppate in 30’ di utilizzo nelle cinque gare giocate, risultando il secondo bomber ed il primo rimbalzista e stoppatore della squadra. Il ragazzo viene da due anni di inattività per infortunio, dopo essere uscito dall’università di Georgetown, e sarà difficile portarlo in Italia visto che aspira a qualche contratto non garantito in NBA (forse Indiana) e che potrebbe anche ottenere. Nei giorni scorsi era forte su di lui Omegna, che adesso si è defilata.

martedì 21 luglio 2015

Juvecaserta accontentata, adesso testa al mercato

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 22/07/2015

LEGA A. La società di Pezza delle Noci ha ottenuto la proroga per l’iscrizione sino al prossimo 4 agosto
Juvecaserta accontentata, adesso testa al mercato

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Alla fine sospiro di sollievo, ed è bene quello che finisce bene. Il presidente della Federbasket Gianni Petrucci, su delega del Consiglio federale del 17 luglio scorso, valutata la richiesta da parte della Juvecaserta di una proroga per gli adempimenti necessari all'iscrizione al campionato di Serie A, ha stabilito di prorogare, appunto, i termini dal 30 luglio al 4 agosto.
E’ stata di fatto accettata la richiesta del patron bianconero Lello Iavazzi, che aveva anche accusato Federazione e Lega di far scomparire il basket in una piazza come Caserta, visto che se non avesse avuto tale proroga non avrebbe iscritto la squadra nemmeno al prossimo campionato di A2. Tutto ciò ovviamente è stato scongiurato dallo stesso presidente federale. Fatta chiarezza su tutta questa situazione, e avuto quello che il front office casertano voleva, adesso si potrà riprendere con il mercato, perché se come rumors riportano non c’è alcun problema economico dietro la richiesta della proroga, bisognerà soltanto aspettare il naturale corso delle pratiche burocratiche, tra iscrizione al campionato e fidejussione bancaria.
E allora sotto nuovamente con il mercato, la cosa che sicuramente preme di più soprattutto ai tifosi, che sotto all’ombrellone sono pronti a criticare, sorridere o storcere il naso tra una trattativa e l’altra. In dirittura d’arrivo, dopo che sono trascorsi questi giorni piuttosto infuocati a Pezza delle Noci, c’è sempre quel Gabriele Ganeto con il quale si era trovato l’accordo, stando ai rumors, già nella passata settimana. Adesso non resterebbe che mettere nero su bianco. Ben avviate le trattative anche con Josh Mayo, che potrebbe essere il primo americano di questa campagna acquisti, così come per Bernardo Musso, un fedelissimo di coach Sandro Dell’Agnello il cui procuratore Pablo Filloy, dell’agenzia Interperformances, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito ma ha fatto trasparire, diciamo, ottimismo sull’affare.
Per il pacchetto lunghi sono diversi i nomi che circolano nella stanza dei bottoni, da Linton Johnson ritornato nel mirino ad Angelo Gigli sulle cui tracce c’è forte Ferentino, che ha ufficializzato Bulleri, per arrivare a Giovanni Pini che è però conteso da Siena ed Agrigento. Per il mercato americano invece, è spuntato il nome di Aaron White

La Pall. San Michele ingaggia l'ala Juan Manuel Caceres

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 21/07/2015

La Pall. San Michele ingaggia l'ala Juan Manuel Caceres

Coach Monda sull’ala appena ingaggiata: «Un bel colpo per il nostro mercato»

La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver ingaggiato per la prossima stagione sportiva l'ala di origine argentina Juan Manuel Caceres. Nato il 12 marzo del 1984, è alto 200 cm e si può disimpegnare sia come ala piccola che come ala grande. La sua grande duttilità infatti, gli permette sia di giocare da interno dove sfrutta la fisicità e la grinta per lottare sotto canestro, sia di giocare da esterno dove mette in mostra un'ottima rapidità di piedi ed un tiro dalla lunga distanza discreto. Giocatore caparbio, come è un po' l'indole di tutti gli atleti oriundi, si è ormai costruito una carriera decennale qui in Italia girandola quasi per intero.
CACERES MENTRE LOTTA CON RUSCIANO (FOTO AFFINITO)
Arrivato appena ventenne in Sardegna, per giocare con il Porto Torres, nel 2006/07 si trasferisce in Trentino per vestire la casacca di Riva del Garda dove vince subito il campionato di B2 e vi rimane anche la stagione successiva. Nell'estate del 2008 viene ingaggiato da Anagni, e nella città dei Papi vi rimane per tre stagioni vincendo nuovamente il campionato di B2 al secondo anno. Nel 2011/12 firma con i Crabs Rimini mentre l'anno successivo approda per la prima volta ai Lions Bisceglie. Nell'estate 2013 ritorna in territorio laziale per giocare con la Nuova Pall. Rieti, mentre nella passata stagione si è diviso tra Matera e Bisceglie. Nella città dei Sassi ha militato in A2 confrontandosi sul parquet con i giocatori statunitensi, mentre al suo ritorno in Puglia ha incrociato le lame proprio con Maddaloni.
Esclusi i primi anni, Caceres ha messo insieme sempre ottimi numeri chiudendo nelle ultime sette stagioni in doppia cifra di punti, oscillando tra i 10.6 del 2010/11 in B1 ed i 12.4 del 2008/09 in B2 a cui aggiunse anche il massimo in carriera di rimbalzi (8.6). L'anno scorso a Bisceglie ha chiuso la stagione con 10.5 punti, 4.9 rimbalzi e 1.7 assist tirando con il 52.8% da due, il 23.8% da tre ed il 75.5% ai liberi in 28' di utilizzo. Ha un career high in punti di 23, raggiunto in due diverse circostanze e l'ultima volta nella gara di ritorno al PalaDolmen di Bisceglie contro proprio il San Michele, ed un career high in rimbalzi di 15.

«Caceres è per noi un’aggiunta al roster molto importante - ha esordito coach Giovanni Monda -, un giocatore che ci serviva per avere delle nuove soluzioni tattiche. E’ doveroso però ringraziare la società per aver concluso positivamente questa trattativa visto che sul giocatore c’erano comunque altre squadre. Lo abbiamo convinto con il nostro progetto, e speriamo possa fare davvero molto bene. La sua grande combattività sul parquet unita alla sua duttilità ci ritorneranno utili. Tecnicamente è un giocatore che non si discute e sarà certamente protagonista della nostra stagione, oltre a possedere - ha concluso il tecnico - un bagaglio d’esperienza di cui potranno beneficiarne tutti i compagni di squadra. Lui è senz’altro un bel colpo per il mercato che abbiamo intenzione di fare».


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

lunedì 20 luglio 2015

SERIE B. Maddaloni, De Filippo: «Siamo molto interessati a Caceres»

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 21/07/2015

SERIE B. Il dirigente del San Michele: «Per questo fine settimana chiuderemo il roster»
De Filippo: «Siamo molto interessati a Caceres»

MADDALONI. Periodo molto intenso questo in casa Pallacanestro San Michele. Infatti dopo le conferme di settimana scorsa di capitan Nino Garofalo e dei giovani under Giovanni Marini e Ivano Ragnino, a cui quest’anno saranno dati più minuti e maggiore responsabilità, in questa settimana dovrebbe essere definito il roster. La dirigenza d’accordo con lo staff tecnico ha sondato il mercato per intervenire lì dove si riteneva necessario. Muoversi diventa comunque difficile perché tra il ripescaggio di Empoli e l’inserimento di Napoli al posto di Agropoli dopo l’esclusione sancita dall’ultimo Consiglio federale, si conosce ancora poco delle avversarie. Palermo confermato coach Tucci sta lavorando sotto traccia e pare aver messo nel mirino il play Stella (ex Bisceglie) e l’ala oriunda Birindelli (ex Agropoli). L’Eurobasket dopo le conferme del tecnico Bonora e dell’ala Righetti ha ingaggiato il regista Stanic (ex Rieti) ed è ancora in fase di costruzione. Fondi così come le romane Stella Azzurra e Luiss avranno un buon numero di under da svezzare. Anche Viterbo dovrebbe seguire la “linea verde” mentre Cassino e Scauri hanno messo su roster dal grande spessore tra conferme ed acquisti mirati. Per i frusinati gli ingaggi di Lovatti (ex Venafro), Carrizo (ex Casalpusterlengo) e Ianes (ex Latina) hanno innalzato il tasso tecnico del team di coach Vettese che può contare sul confermato Castelluccia. Per i pontini del tecnico Addessi invece, gli arrivi di Svoboda (ex Cerignola) e Salvadori (ex Martina Franca) arricchiscono una squadra che potrà ancora contare sull’asse play-pivot composta da Richotti e Bagnoli che lo scorso anno ha regalato campionato e coppa. Anche Scafati sta lavorando molto bene, e dopo aver riconfermato Carrichiello ha ufficializzato Di Capua (ex Sarno) ed il maddalonese doc Biagio Sergio, ed il mercato ancora non è finito.
JUAN MANUEL CACERES
Per Maddaloni invece, in settimana sono attese altre importanti ufficialità tra le conferme dei vari Chiavazzo, Rusciano e Desiato, ed innesti oculati quanto di un certo spessore.
Quest’anno ci sono diverse novità, dal coach al girone, ma lo zoccolo duro della squadra non cambia?
«Il gruppo storico è rodato e ci offre notevoli garanzie - ha esordito il dirigente responsabile Pasquale De Filippo -, puntiamo ad arricchirlo con qualche giocatore di grande spessore che pensiamo di aver individuato e con i quali stiamo definendo i dettagli. Il coach avrà il compito di iniziare un percorso sempre più improntato ad avere un occhio per il nostro settore giovanile, dal quale ci aspettiamo inserimenti futuri».
Grande importanza avranno gli under, non a caso anche in tal senso si sta cercando qualche prospetto all’altezza?
«Già l'aver riconfermato Giovanni Marini ed il nostro Ivano Ragnino, rappresenta un buon punto in questa fase di mercato. Puntiamo - ha continuato il deus ex machina maddalonese - ancora a riavere con noi Ferdinando Matrone anche se le possibilità sono un tantino diminuite, e comunque stiamo puntando su qualche altro under locale di buona prospettiva».
Si prevede comunque qualche innesto di grande spessore per la categoria, e con qualcuno l'accordo è ormai in dirittura d'arrivo?
«Siamo molto interessati a Juan Manuel Caceres e credo che siamo ai dettagli. Caceres sarebbe un giocatore che andrebbe a dare una caratura importante alla nostra squadra per il prossimo anno, ma stiamo seguendo qualche altro pezzo da novanta che potrebbe davvero far sognare i nostri tifosi. Fine settimana coach Monda rientrerà a Maddaloni - ha concluso il dirigente biancazzurro - e definiremo gli ultimi passaggi per la chiusura del roster».
Giovanni Bocciero

domenica 19 luglio 2015

Maddaloni Playground League, è calato il sipario sulla kermesse

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 20/07/2015

L’EVENTO. Matteo Donaddio (Mvp) trascina Artegrafica alla vittoria. Il torneo Under va a Comunicando
Maddaloni Playground League, è calato il sipario sulla kermesse

di Giovanni Bocciero

MADDALONI. E’ calato il sipario sull’ottava edizione del Maddaloni Playground League, la kermesse di basket estivo organizzato dai cestisti Antonio Barbarisi e Francesco Schiavone che con grande dedizione, volontà ed anche sacrificio riescono a tirare su questa manifestazione diventata oramai una consuetudine dell’estate maddalonese. “Non sarebbe facile - dichiarano gli organizzatori - svolgere questo torneo se non avessimo il supporto innanzitutto dell’amministrazione comunale, che quest’anno c’ha aiutato in tanti cavilli burocratici. Per questo il primo grazie va al sindaco Rosa De Lucia, all’assessore allo sport Enzo Lerro ed al consigliere comunale Antonio De Rosa. Poi ovviamente vengono tutti gli sponsor che hanno legato il proprio marchio al nome della manifestazione e a quello delle diverse squadre parteciapnti, che tra Senior, Over ed Under sono state in tutto ventuno”.
IL TEAM ARTEGRAFICA
Tre  lunghe settimane si sono concluse venerdì sera, in cui sul playground della Scuola Medi Settembrini ci si è affrontato con grande agonismo, dove i momenti caldi non sono mancati, ma la correttezza alla fine l’ha fatta da padrona. Non è mancaro nemmeno il pubblico che si è divertito e si è gustato le quasi quattro gare per ogni giorno che il ricco calendario della kermesse ha offerto. E soprattutto non è mancata la platea delle grandi occasioni quando si è disputata la finalissima del torneo Senior in cui si sono affrontati i team Dio Bacco e Artegrafica. Tanto per citare qualche nome, da una parte per Dio Bacco giocavano Mario Milone (Basket Sarno), Gabriele Guastaferro (San Michele Maddaloni), Alessandro Porfido (Cestistica San Severo), Dario D’Orta (Cedri San Nicola) ed i fratelli Del Gaudio (Virtus Curti), con la maglia di Artegrafica invece militavano Matteo Donaddio e Francesco Della Peruta (Cedri San Nicola), Adriano D’Isep (ex San Michele Maddaloni), Luca Nuzzo e Vincenzo Ferraro (Bulls Santa Maria a Vico). La partita è stata intensa ed emozionante, spesso punto a punto, ma nel finale ha visto Artegrafica allungare e poi vincere per 61-51. Mvp del torneo è stato votato Matteo Donaddio che ha dovuto abdicare nella gara da tre punti vinta dal maddalonese Alessandro Mastropietro (San Michele).

sabato 18 luglio 2015

Juvecaserta, si cercano risorse e nuovi giocatori

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 19/07/2015

LEGA A. La società è alla ricerca di finanze per la massima serie ed è vigile sul mercato
Juvecaserta, si cercano risorse e nuovi giocatori 

di Giovanni Bocciero

CASERTA. Quattro giorni o addirittura qualcosa di meno, il tassametro in tal senso corre, per dire si alla Serie A da parte della Juvecaserta. Come riportato da Spicchi d'Arancia, la società di Pezza delle Noci dovrà provvedere in tempi rapidi a versare la fidejussione da 350 mila euro anziché i 70 mila che erano previsti per l’A2, e l’iscrizione alla Lega Basket per cui è prevista una quota da 125 mila euro, dimezzata rispetto ai 250 mila delle neopromosse, per la società retrocessa e ripescata appunto in A. Le cifre sono decisamente aumentate, ma dopotutto si sapeva che tra la massima serie e l'A2 il budget prevede una differenza quasi doppia.
La Juvecaserta lo sa, e per questo sta già lavorando per ampliare le proprie risorse finanziarie affinché si possa coronare questo ritorno in Lega A ed allo stesso tempo allestire anche un roster che possa disputare un campionato dignitoso. Due sono i giocatori già sotto contratto con i bianconeri, ovvero Daniele Cinciarini e Marco Giuri, e a loro presto potrebbe aggiungersi anche Gabriele Ganeto con il quale la trattativa sembra essere ormai in dirittura d'arrivo visto che le parte sono praticamente d'accordo su tutto. Il ritorno in Lega A comporterà comunque qualche cambio alla campagna acquisti che il front office bianconero aveva intenzione di portare avanti. Si è detto sin dall'inizio che si sarebbe prima chiuso con gli italiani e poi si sarebbe pensato agli americani. Adesso la cosa può subire delle modifiche, perché gli stranieri non saranno più due ma almeno cinque, e se vogliamo saranno ancora più importanti per le sorti della squadra. Non a caso sempre Spicchi d'Arancia ha riportato di un idee al vaglio della società che sarebbe quella di aggiungere un diesse, che affianchi coach Sandro Dell'Agnello nella costruzione del roster e che si occupi prettamente del mercato americano. Il profilo valutato sarebbe quello di Simone Giofrè, ancora sotto contratto con Varese ma non più parte dei programmi del club lombardo.

Si sta valutando attentamente il playmaker Josh Mayo, due anni fa prima a Montegranaro e poi alla Virtus Roma e che dunque ritornerebbe in Italia dopo aver chiuso l'ultima stagione in Spagna al Fuenlabrada. Sfumato Luca Campani che è stato ufficialmente ingaggiato da Varese, stanno pian piano sfilando dal taccuini bianconero anche Craig Callahan che sembrava vicino ad Avellino con cui però la trattativa sembra saltata per le esose richieste economiche, così come per Giovanni Pini che Reggio Emilia vorrebbe girare in prestito in A2 per fargli avere un buon minutaggio e sul quale adesso è forte Siena. Resta in piedi l'idea che porta a Daniele Magro nell'ultima stagione in quel di Pistoia. Con la voce del ripescaggio prima ufficiosa e poi diventata ufficiale sono stati anche altri i nomi accostati alla Juvecaserta, dall'ex capitano bianconero Andrea Ghiacci all'avversario per antonomasia Valerio Amoroso che da buona parte della tifoseria non sarebbe accolto piacevolmente. Ed il basket italiano quest'anno ha vissuto altri casi piuttosto eloquenti, da Federico Lestini e la Fortitudo Bologna ad Alessandro Amici e la Pallacanestro Mantova. Giocatori appunto non graditi dalla piazza e dalla tifoseria. A questo punto non è neppure più da scartare l'ipotesi Linton Johnson, che sarebbe stato un rischio nel caso di soli due possibili tesseramenti stranieri in A2, ma non per la A dove comunque sono cinque quelli a disposizione per atleti non italiani. Come lui si potrebbero riallacciare anche i contatti con Bernardo Musso, pupillo del coach casertano che voleva, appunto, rimanere a giocare in massima serie.

venerdì 17 luglio 2015

Juvecaserta, adesso bisogna essere in regola

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 18/07/2015

LEGA A. La società deve superare il controllo della Com.Te.C e trovare le risorse necessarie per il ripescaggio
Juvecaserta, adesso bisogna essere in regola

di Giovanni Bocciero

CASERTA. La Juvecaserta è ritornata in Serie A. Questa è la notizia che nel pomeriggio di ieri lo stesso Consiglio federale di Roma ha dato, ed anche se la cosa era ormai nell’aria almeno da due giorni, in città si è scatenata una vera e propria festa per tutto il popolo bianconero. Si tratta di un vero e proprio sospiro di sollievo, visto che due mesi fa la società di Pezza delle Noci era finita nel baratro dell’A2. Categoria che invece abbraccerà adesso la Virtus Roma, la cui richiesta di autoretrocessione è stata accolta addirittura all’unanimità dallo stesso Consiglio federale. Questo ha spalancato le porte della massima serie alla Juvecaserta. Ma per una Campania che sorride ce n’è un’altra che si ritrova a piangere l’ennesimo fallimento sportivo. Di fallimento vero e proprio non si può parlare, però l’Azzurro Napoli non è stato ritenuto adatto ad iscriversi al campionato di A2 e ripartirà, con molta probabilità, dalla Serie B. Ed anche in questo caso per una Campania che piange ce n’è una che sorride, neanche fosse uno scherzo del destino. Di fatti il posto lasciato vacante da Napoli dovrebbe essere occupato da Agropoli, che così non dovrebbe più intervenire per vie legali contro la Federbasket. Infatti, alla notizia che la Virtus Roma fosse stata ammessa al campionato di A2, la società agropolese che ha perso lo spareggio promozione con Siena, aveva dichiarato di voler intervenire contro la FIP perché per regolamento erano scaduti i termini per chiedere l’autoretrocessione, appunto al 9 luglio scorso. Con l’esclusione di Napoli però, la situazione diciamo che si è sistemata da sè, oppure è stata voluta sistemare. Il dubbio a questo punto sorge spontaneo.
Una cosa è comunque certa, e sicuramente macchia il basket italiano che proprio sul finire di questa stagione aveva potuto sfoggiare uno spot bellissimo come quella della finale scudetto tra Reggio Emilia e Sassari. Ancora una volta i campionati quasi si giocano in estate e non durante la stagione agonistica. Questo non è assolutamente ammissibile, e vanno presi dei provvedimenti, allargare i controlli ed essere più presenti e vicine alle tante e diverse società.
Ritornando però al ripescaggio della Juvecaserta, per mezzo di nota stampa il patron Lello Iavazzi ha dichiarato: “Ho appreso con soddisfazione la decisione della FIP di ripescare in Lega A la Juvecaserta, una decisione giunta inaspettata, ma che ripaga la  nostra tifoseria delle tante amarezze determinate dalla retrocessione dello scorso anno. Nei prossimi giorni riunirò il mio staff per valutare le implicazioni organizzative ed economiche determinate dal ritorno nel massimo campionato”.

Adesso inizia il difficile per il club di Pezza delle Noci, che dovrà in pochi giorni rispondere ufficialmente alla richiesta della FIP di essere o meno ripescata. Bisognerà partire innanzitutto dal controllo della Com.Te.C che dovrà effettivamente valutare lo stato finanziario della società per essere ammessa e partecipare al campionato di Serie A. Dopodiché la dirigenza bianconera dovrà trovare le risorse economiche per poter affrontare la massima serie, visto che rispetto alla Serie A2 il budget di cui bisogna disporre per fare un campionato almeno dignitoso dovrà essere il doppio. E soltanto a risorse trovate si potrà ritornare decisi sul mercato, magari anche riaprendo qualche trattativa che ormai sembrava satura come quella che porta a Linton Johnson. Ma parlare adesso di mercato sembra quasi superfluo.

La Pall. San Michele punta decisa su Ivano Ragnino

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 17/07/2015


La Pall. San Michele punta decisa su Ivano Ragnino

FOTO AFFINITO
La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica che del roster per la prossima stagione sportiva farà parte in pianta stabile anche il giovane maddalonese Ivano Ragnino. Play-guardia classe 1996, nel passato campionato ha totalizzato tredici presenze tra regular season e playoff viaggiando ad una media di circa 1 punto a partita in 4' di impiego. Addirittura Ragnino esordì in prima squadra appena quindicenne, quando i biancazzurri militavano ancora in Serie C2. Quest'anno la società si attende molto da lui, essendo il primo vero prodotto del vivaio, tanto da aver rifiutato qualsiasi cessione in prestito nonostante su di lui ci fossero diverse squadre a livello regionale.

"Credo che sia il sogno di tutti militare nella squadra della propria città - ha esordito Ivano Ragnino - e nella società che mi ha cresciuto, non solo dal punto di vista cestistico ma anche a livello umano. Spero di non deludere le aspettative, anche perché sono onorato della fiducia dimostratami dalla società e ho tanta voglia di continuare a crescere. Credo che Maddaloni sia il posto giusto per poter continuare a migliorare e fare bene. Per quanto riguarda coach Monda, lo conosco molto bene in quanto lo scorso anno è stato il mio allenatore con le giovanili. Spero di poter dare una mano importante alla squadra e ai miei compagni, io - ha continuato il giovane atleta - mi farò trovare pronto. Non vedo l'ora di iniziare questo campionato".



Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero

giovedì 16 luglio 2015

Juvecaserta, oggi sarà ufficiale il ripescaggio

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 17/07/2015

SERIE A2. Il Consiglio federale che si riunirà alle 14:00 a Roma andrà a ratificare la richiesta della Virtus Roma
Juvecaserta, oggi sarà ufficiale il ripescaggio

di Giovanni Bocciero

CASERTA. La giornata di ieri per la Juvecaserta è stata decisamente plasmata dalla vicenda ripescaggio. La Virtus Roma ha comunicato a mezzo stampa che ha fatto domanda di iscrizione alla Serie A2, in pratica ha chiesto di essere autoretrocessa per dare il via ad un progetto più sociale, più solidale, che si fondi sui giovani e con i quali poter ripartire nell’immediato. La società capitolina ha presentato tale richiesta alla Federbasket, e questo comporterebbe di fatti il ritorno in massima serie per la Juvecaserta. La Virtus ha presentato questa richiesta, che pare la federazione abbia accettato. Ma bisognerà aspettare la decisione del Consiglio federale per ratificare il passaggio di consegne tra Roma e Caserta. Consiglio che si svolgerà proprio a Roma questo pomeriggio (venerdì 17 luglio) alle ore 14:00. Non dovrebbero esserci notizie dell’ultima ora, e così da questa sera si potrebbe davvero avere la Juvecaserta nuovamente in Serie A. Un bel colpo di fortuna per la società di Pezza delle Noci se vogliamo, proprio dopo una delle più brutte stagioni mai disputate dal fallimento registrato in quel lontano 1998.
Ovviamente in merito a questa vicenda la società di patron Lello Iavazzi ha già comunicato che non parlerà fin quando non vi sarà l’ufficialità del ripescaggio, che sembra soltanto una questione di ore visto che intorno alle ore 17:00 circa, si saprà il responso del Consiglio federale anche se ormai sembra una questione soltanto burocratica. Insomma la Juvecaserta è davvero vicina al ritorno in Serie A. Certo per la finestra e non per la porta principale che una salvezza sul campo in quella triste gara di Pesaro di quasi due mesi fa avrebbe potuto concedere. Fatto sta che il popolo bianconeri questa sera potrebbe ritornare a sorridere. Potrebbe ritornare a sognare le partite con Milano, Venezia, Sassari e Cantù, potrebbe, ma ormai sembra cosa fatta ammesso che in queste ormai poche ore che separano la Juvecaserta dal ripescaggio non succeda qualcosa d’imprevedibile, difficile da immaginare.

SERIE C. Sei squadre non iscritte, campionato già in salita

DALLA GAZZETTA DI CASERTA DEL 17/07/2015

SERIE C. I Cedri San Nicola parteciperanno senza problemi mentre Massaro va ad Angri
Sei squadre non iscritte, campionato già in salita

SAN NICOLA LA STRADA. Il prossimo campionato di Serie C nella sua nuova formula dopo la riforma non è ancora incominciato, che già si devono prendere nota di defezioni all’organico iniziale delle aventi diritto e polemiche che vanno contro i soliti costi che la Federbasket impone alle società. Dopo che nelle scorse settimane avevamo riportato che Cestistica Benevento e Timberwolves Potenza avevano annunciato che non si sarebbero iscritte al campionato, ha fatto sentire la propria voce anche la Magic Team ‘92 Benevento, che di fatto ha deciso di non disputare il prossimo campionato di Serie C e dedicarsi unicamente al settore giovanile per cercare nuova linfa vitale da qui agli anni futuri.
FOTO AFFINITO
“La Magic Team ’92 rinuncia ufficialmente alla disputa del campionato di serie C Regionale maschile, ex C nazionale, non condividendo la nuova formula del campionato che di fatto ha comportato una retrocessione - queste le parole lette nel comunicato ufficiale della società da parte del presidente Mimmo Di Nunzio -, non avvenuta sul campo, nel campionato regionale, oltre ad una cervellotica formula per eventuale promozione in Serie B con successivi aggravi di spese per la integrazione del costo dei parametri. Ma la rinuncia non compromette la continuazione e la crescita del settore giovanile che ha regalato ottimi risultati - chiosa la nota stampa - e traguardi nell’ultimo anno”.
Per i Cedri San Nicola, unica squadra della nostra provincia ai nastri di partenza, sarà un campionato ancora tutto da scoprire. Infatti mercoled’ scorso, 15 luglio, sono scaduti i termini per l’iscrizione, ed oltre alle due formazioni sannite e a quella lucana che avevano dichiarato ufficialmente che non si sarebbero iscritte, non sono pervenute le richieste neppure di Delta Salerno, Partenope Napoli e Basketorre 2009 Torre Annunziata. Per quanto riguarda queste ultime due, pur senza alcuna nota stampa, nell’ambiente cestistico regionale circolavano notizie negative per quanto riguardava la loro partecipazione. Più sorprendente invece è stata la non iscrizione del Delta. Ma fatto sta che delle venti inizialmente aventi diritto, adesso se ne sono iscritte soltanto quattordici con Felix Napoli e Pallacanestro Afragola che hanno presentato domanda di ripescaggio.
Tra notizie più o meno negative, c’è chi programma la stagione come Angri, che rescisso il tecnico Gino Dello Iacono passato agli avversari di Sarno, hanno subito trovato il nuovo head coach in Massimo Massaro che settimana scorsa ha salutato Maddaloni. Ovviamente un allenatore del suo spessore poteva rimanere davvero per poco senza una panchina.
Giov.Bocc.

La Pall. San Michele conferma il play Giovanni Marini

COMUNICATO STAMPA PALL. SAN MICHELE DEL 16/07/2015

La Pall. San Michele conferma il play Giovanni Marini

La A.S.D. Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver rinnovato il proprio rapporto con il giocatore Giovanni Marini, per il quale è stato rinnovato il prestito con la Juvecaserta. Il playmaker tascabile, casertano doc classe 1995, è il secondo pezzo del puzzle e vestirà per il secondo anno consecutivo la casacca biancazzurra dopo aver affrontato nella passata stagione il suo primo vero campionato senior. Marini ha calcato il parquet in ben 29 partite l'anno scorso, tra regular season e playoff, chiudendo la stagione con le medie di 5.2 punti (saliti a 6 nella post season) ed 1.1 rimbalzi tirando con il 45% da due ed il 40% da tre in circa 16' d'impiego. Under che possiede grande personalità, ha dimostrato di tenere bene il campo quando chiamato in causa oltre a sfoggiare un'ottima mano dall'arco dei tre punti.

FOTO AFFINITO
"Sono estremamente felice di essere stato confermato dalla società - ha esordito Giovanni Marini -. So che rispetto all'anno scorso dovrò impegnarmi il doppio se non il triplo, sia per farmi trovare pronto quando sarò chiamato in causa, sia perché dopo una buona stagione da autentico sconosciuto quale ero adesso avrò qualche pressione in più. Con coach Giovanni Monda ho avuto modo di parlarci in privato - ha raccontato il playmaker biancazzurro - e mi ha trasmesso entusiasmo oltre a farmi capire le sue esigenze. L'ho sempre affrontato da avversario soprattutto a livello giovanile, e adesso sarà un piacere poter essere allenato da lui".


Addetto Stampa
Pall. San Michele
Giovanni Bocciero